/ Lombardia

Che tempo fa

Cerca nel web

Lombardia | 26 febbraio 2021, 08:18

La Lombardia rischia la fascia arancione da lunedì. In arrivo il nuovo Dpcm

Indice Rt in crescita e dati in peggioramento: la nostra regione verso il cambio di fascia. Attesa per oggi intanto la bozza del nuovo decreto che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile e non prevederà riaperture

La Lombardia rischia la fascia arancione da lunedì. In arrivo il nuovo Dpcm

Peggiorano i dati del Coronavirus in molte regioni italiane e le restrizioni previste dalla suddivisione in fasce sono pronte a scattare. Tra quelle che rischiano di cambiare fascia (in peggio) c'è la Lombardia che, visto l'andamento dei parametri, come riporta il Corriere della Sera da lunedì potrebbe tornare in fascia arancione: la nostra regione ha infatti un indice Rt di 0,99, proprio al limite per dichiarare il cambio. La decisione sarà presa nella giornata di oggi, durante il consueto monitoraggio del venerdì.

Rischiano di passare in arancione anche Lazio, Puglia, Marche e Basilicata, mentre sicuramente lo sarà il Piemonte. Campania ed Emilia Romagna potrebbero invece finire in fascia rossa. Con la fascia arancione - lo ricordiamo - tornerebbe la chiusura di bar e ristoranti (ma non per asporto e delivery) e non sarebbe possibile uscire dal proprio comune di residenza senza le note motivazioni di lavoro, salute e necessità da comprovare mediante autocertificazione.

Oggi intanto dovrebbe essere resa nota la bozza del nuovo Dpcm, che sarà valido - come annunciato nei giorni scorsi - dal prossimo 6 marzo e fino al 6 aprile e comprenderà quindi anche le feste di Pasqua. Sarà mantenuto il sistema a fasce, così come il divieto di spostamento tra regioni e il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Nel documento, il primo dell'era Draghi, non saranno previsti allentamenti delle norme. «La situazione è seria - le parole del ministro Speranza riportate dal Corriere della Serac’è una crescita dei casi in Italia come in altri Paesi come la Francia per l’impatto delle varianti. È perciò necessario non allentare le misure adesso». Il solo spiraglio dovrebbe riguardare cinema e teatri che potrebbero riaprire dal 27 marzo in caso di dati in miglioramento.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore