/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 04 marzo 2021, 08:30

«Ci mancherai, Franco: riferimento per la tua Busto»

Dalla politica al volontariato scorre l'omaggio al dottor Mazzucchelli. Il sindaco Antonelli: «Grazie per tutto ciò che hai fatto». Il toccante saluto di Mariella Meschi: «Avrai trovato don Isidoro ad attenderti».

Franco Mazzucchelli aveva 84 anni

Franco Mazzucchelli aveva 84 anni

Quando si presentò alle elezioni la prima volta, non ebbe bisogno di fare campagna elettorale: in un’epoca in cui già le preferenze diventavano questione complessa,  il dottor Franco Mazzucchelli ne fu inondato. Così nel 2002: più di 700. Perché lui era il dottor Mazzucchelli, il professionista della storica farmacia,  a pochi passi dalla chiesa di Santa Maria. E molto di più, ancora.

Come farmacista, colui che se andavi da lui ti consigliava e guidava, ma anche se ti trovava in strada, guai a sentire un colpo di tosse oppure se non rispondevi più che convinto che stavi bene, indagava e ti offriva subito la soluzione. Il bene degli altri, il bene della città. 

A fianco della sua città

Franco Mazzucchelli era anche l’uomo che si prodigava per le persone in difficoltà, a partire dalle più fragili: fu chiamato a fare l’assessore ai Servizi sociali a cavallo del vecchio e nuovo millennio. Perché quello era il mondo di Franco, 84 anni, scomparso ieri sera, come ha annunciato il sindaco Emanuele Antonelli mentre era in corso una commissione consiliare (LEGGI QUI).

Subito una scossa tra i consiglieri riuniti. Confessato anche dal presidente della commissione, Roberto Ghidotti, in chiusura: «Mi spiace tanto, lo conoscevo fin da bambino».«A nome dell'intero consiglio comunale esprimo sentite condoglianze alla famiglia» diceva poi il presidente Valerio Mariani. 

Nel mondo della politica, dunque grande cordoglio. 

Il sindaco Emanuele Antonelli ha scritto sul suo profilo: «Una persona speciale, che ha dedicato la vita al volontariato e al commercio, sempre disponibile e al servizio della comunità. Un uomo di altri tempi, generoso, altruista, instancabile, di sani principi... un esempio per tutti noi. In questa giornata triste non posso non ringraziarti ancora una volta. Quando due giorni fa mi hai chiamato e mi hai detto che stavi per andare in Paradiso mi sono sentito a pezzi ma allo stesso tempo onorato che tu abbia voluto salutarmi e raccontarmi i tuoi ultimi desideri. Grazie per questo tuo gesto, grazie per tutto ciò che hai fatto per me, per Busto, la tua città, e per tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerti e di apprezzarne la tua persona. Grazie infinite».

Il vicesindaco Manuela Maffioli sottolinea in un post sui social: «Impagabile nel Sociale, in prima linea per il Commercio, sensibile e attento a Identità e Cultura. Con la scomparsa di Franco Mazzucchelli Busto perde una figura di concreto riferimento. Da bustocca, debitrice per l'impegno dedicato alla nostra comunità e per i preziosi consigli, anche recenti, proposti col garbo che tutti ricorderemo».

Luigi Rosa nel suo mandato di sindaco aveva avuto Mazzucchelli come assessore, ma lo conosceva da una vita: «Sì, fin da bambino. Poi è stato assessore ai Servizi sociali con me, incarico che ha svolto con capacità e sensibilità. E mi è sempre stato vicino».

E l'eurodeputata Isabella Tovaglieri: «Busto Arsizio perde un uomo generoso, un professionista stimato, un pezzo di storia. Buon viaggio Franco e grazie per l’esempio».

Tra i primi commenti, anche quello di Massimiliano Nardi, alla guida di Fratelli d’Italia a Busto: «Era sempre attento alle nostre iniziative, ovviamente come presidente di circolo non posso che portare alla famiglia Mazzucchelli la nostra vicinanza per questo triste momento e le più sentite condoglianze».

Un confine che si scioglie

Ma il confine tra la politica e il volontario si scioglie. Dice Franco Castiglioni: «Un grande uomo, grande amico, grande Lions, esempio per tutto il volontariato».

Racchiudendo diversi termini in cui il dottor Mazzucchelli si rispecchiava. Perché importante era la sua professione, e che gioia quando con il figlio e i commercianti del distretto si era ottenuto il riconoscimento di negozio storico. Poi però appunto i Lions e l’impegno per le emergenze dell’epoca. Di ogni epoca. Ad esempio, negli anni Settanta le prime esperienze per far fronte al dramma della droga tra i giovani, le strade poi si incroceranno con quella di don Isidoro Meschi.

Mariella Meschi, la sorella del sacerdote ucciso il 14 febbraio 1991, ieri ha salutato così Mazzucchelli: «Sicuramente ad attenderlo avrà trovato don Isidoro». Nella patronale di due anni fa aveva ricevuto proprio un premio dall’associazione Amici di don Isidoro. L’attenzione ai disabili, la mobilitazione costante con la Lilt varesina, l’impegno in prima persona in qualsiasi cosa potesse migliorare la vita agli altri, al territorio. Ma anche la battuta, quel suo modo di parlare con la rapidità di chi vuole dare una risposta efficace, e subito.Tanti ruoli, tanti impegni, ma per molti Franco Mazzucchelli era «un volto amico, come uno della famiglia».

 

Marilena Lualdi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore