/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 05 marzo 2021, 18:01

Lo «scudo naturale» che inibisce il Covid arriva a Busto Arsizio. La sperimentazione nelle scuole

Un lichene estratto in via naturale sanifica gli ambienti scolastici e protegge gli studenti dal Covid. La sperimentazione della multinazionale tedesca Vestatis a Busto, in tre plessi scolastici: asilo Pontida, elementari Manzoni e liceo classico Crespi

Lo «scudo naturale» che inibisce il Covid arriva a Busto Arsizio. La sperimentazione nelle scuole

Uno «scudo naturale» che sanifica gli ambienti scolastici e protegge gli studenti dal Covid. Tant'è che nelle scuole di Vo’ Euganeo, epicentro del primo lockdown pandemico, i numeri sono prossimi allo zero: soltanto due casi di studenti positivi nell'ultimo mese e mezzo, dall'inizio del trattamento sanitizzante avviato dalla multinazionale tedesca Vestatis.

La sperimentazione è stata attivata anche a Busto Arsizio, visto che l'azienda ha una sede proprio a Gallarate. Nei giorni scorsi sono stati trattati alcuni edifici scolastici della città: l'asilo Pontida, le scuole elementari Manzoni e il liceo Crespi in piazza Trento Trieste dove, quest'oggi, l'amministratore delegato di Vestatis, Giorgio Cerana, ha presentato il trattamento effettuato su banchi, tavoli e pareti alla dirigente scolastica Cristina Boracchi, al sindaco Emanuele Antonelli e all'assessore all'educazione Gigi Farioli.

L'ad ha spiegato «l'intrigante percorso di ricerca» fatto sulla molecola, un lichene estratto in via naturale e concentrato per trasferire gli effetti che porta in natura anche nella nostra vita quotidiana e a disposizione della comunità, in questa prima fase soltanto scolastica, ma assolutamente estendibile a palestre, laboratori aziendali, uffici, ospedali. Il lichene levogiro che l’azienda ha estratto, certificato e brevettato in un prodotto dal nome Vestatis NPS è una matrice polimerica pronta all'uso che si applica con pennello, rullo o più semplicemente spray; «ha una riconosciuta azione antibatterica, antiproliferativa, anti-UV e antivirale» ha sottolineato Cerana.

La sua apposizione sulle superfici garantisce l’eliminazione superiore al 99% di ogni presenza batterica, virale o microbica, con garanzia di efficacia di almeno tre anni.

«È un prodotto naturale che perde efficacia se la superficie trattata viene successivamente pulita con prodotti aggressivi. Basta uno sgrassatore comune leggermente diluito per far sì che la molecola non perda efficacia nel tempo. La molecola – ha spiegato l'ad di Vestatis - cresce all'interno della matrice che è stata resa solubile per applicarla sulle superfici. Quando asciuga ritorna alla sua origine naturale insolubile, si ramifica fino a formare un tappeto che copre l'intera superficie trattata». Da qui l'efficacia del prodotto anche nel tempo e per diverso tempo, dati alla mano.

Al momento il prodotto è brevettato e certificato per la sua applicazione antibatterica, ma i test di laboratorio («inibizione del 98,2 per cento in un'ora sulla proteina spike del Sars-Cov-2») confermano anche la sua efficacia contro la proliferazione dei virus e la certificazione antivirale è mera questione di tempo.

La biovernice della Vestatis è resistente anche agli “attacchi” dei piccoli scolari: graffi e scarabocchi di penna su banchi e tavoli della mensa, per esempio. E all'asilo “Pontida” di Busto è stato effettuato anche un trattamento sul pavimento, considerato il fatto che i bambini della materna stanno per diverso tempo a giocare seduti a terra.

L'intervento della preside del liceo Crespi, Cristina Boracchi, ha rimarcato il fatto che questa attenzione alla salubrità degli ambienti scolastici debba andare oltre la situazione di emergenza pandemica e proseguire a prescindere dal Covid. Dello stesso avviso l'assessore all'educazione Gigi Farioli: «Da amministratore mi interessa capire come posso fare diventare questa sperimentazione una possibilità concreta di intervento anche in futuro per il mondo della scuola e perché no, pensando ai parchi gioco, per progetti finanziabili e sostenibili secondo le procedure tipiche della pubblica amministrazione».

Alessio Murace

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore