/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 05 marzo 2021, 13:26

Donna incinta viene scoperta mentre ruba in un condominio: partorisce poco dopo in ospedale

Quattro donne sorprese a forzare un appartamento a Busto Arsizio: tre di loro erano in stato di gravidanza. Poche ore dopo essere state bloccate dalla polizia una di loro ha dato alla luce una bimba

Donna incinta viene scoperta mentre ruba in un condominio: partorisce poco dopo in ospedale

Nel pomeriggio di ieri un intervento impegnativo per gli agenti della Volante del Commissariato di Busto Arsizio, propiziato dallo spirito di osservazione e attenzione di un cittadino in transito in viale Duca D’Aosta. L’uomo, mentre cercava un parcheggio, ha notato un’auto dalla quale sono scese quattro donne che si sono dirette verso la palazzina residenziale al civico 7 con un grosso cacciavite in mano.

L’uomo ha allertato immediatamente il numero di emergenza attendendo sul posto la pattuglia ed indicando loro la palazzina nella quale si erano introdotte. Gli operatori, imboccata la prima rampa di scale, si sono trovati davanti le quattro donne intente a forzare la porta di ingresso di un appartamento che una volta scoperte si sono date alla fuga su per le scale.

Le quattro nomadi, raggiunte all’ultimo piano, sono state arrestarte per furto in appartamento mentre gli arnesi usati per lo scasso sono stati sequestrati.

I successivi accertamenti dei poliziotti hanno accertato che tre di loro erano in stato di gravidanza, rendendo necessario l’intervento del 118. Dopo gli accertamenti sanitari, che hanno stabilito la buona salute, le donne sono state accompagnate in Commissariato per essere identificate, scoprendo che ognuna di loro aveva numerosi alias, per i quali erano pendenti vari ordini di carcerazione a seguito di condanne definitive, per un complessivo di 20 anni.

Una delle quattro donne, agli ultimi giorni di gestazione, ha iniziato ad avvertire i primi dolori del parto e, accompagnata d’urgenza in ospedale, ha partorito dopo qualche ora una bambina. Per tre delle complici, dopo la notifica degli ordini di carcerazione si sono aperte le porte del carcere, mentre la quarta è, tuttora piantonata in ospedale.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore