/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 06 marzo 2021, 16:22

Amanda Ferrario: «È il momento di cambiare sindaco e opposizione»

Dopo il botta e risposta che l’ha coinvolta, attraverso un post su Facebook la candidata sostenuta da 5 Stelle, Sinistra Italiana e Verdi si rifà al consiglio comunale su Accam (durante il quale il Pd non ha partecipato al voto): «Prendo distanze siderali da chi, sempre ondivago e fluttuante, non è capace di sostenere una posizione»

Amanda Ferrario: «È il momento di cambiare sindaco e opposizione»

La candidata sindaco Amanda Ferrario interviene dopo il botta e risposta degli ultimi giorni, partito dall’intercettazione della telefonata tra il sindaco Emanuele Antonelli e Nino Caianiello sulla rotonda della Coop, ma trasformatosi in uno scontro tra 5 Stelle, Pd e la stessa Ferrario.

«Intervengo per prendere le distanze dal tono, inutilmente futile, delle dichiarazioni fin qui ascoltate – si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook ConLei – Amanda Ferrario Sindaca –. Ribadisco invece, con forza, l’idea che sia giunto il momento di cambiare: cambiare sindaco e cambiare opposizione».

La candidata sostenuta da 5 Stelle, Sinistra Italiana e Verdi si rifà al consiglio comunale di giovedì dedicato ad Accam (leggi qui): «Io non polemizzo con nessuno, prendo invece siderali distanze da chi - sempre ondivago e fluttuante - non è capace di sostenere una posizione in Consiglio. Astenersi non è fare politica, astenersi significa non scegliere, non prendere posizione.

Ed io non voglio essere governata da chi non sa decidere, l’assenza di decisioni crea anarchia e compromessi. Ecco perché non entro in polemica con chi non dibatte».

In assise il Pd ha deciso di non partecipare al voto sull’atto di indirizzo relativo al salvataggio di Accam.


«Da cittadina – afferma Ferrario – voglio essere governata da chi assume su di sé la grande responsabilità della scelta. Non da chi si astiene, da chi si sfila, pronto poi a lanciare strali sulla destra e su chi prende posizione: comodo, ma inutile. Io punterò su temi importanti: legalità, trasparenza, inclusione sociale, giovani e imprese, valorizzazione del territorio, fundraising e mobilità sostenibile. Non ho tempo di intervenire in dibattiti che lasciano il tempo che trovano.

Per me parlano i fatti. Da amministratrice ho lavorato sodo per migliorare le realtà in cui sono stata dirigente. Questo farò da sindaco. Agli altri la chiacchiera, a noi il cambiamento».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore