/ Legnano

Che tempo fa

Cerca nel web

Legnano | 23 marzo 2021, 10:21

Mozione stage-apprendistato del Pd: «Legnano sia esempio nella lotta alla precarietà del lavoro giovanile»

Il circolo del Partito Democratico di Legnano ha depositato una mozione a sostegno della campagna “Lo stage non è lavoro”

Mozione stage-apprendistato del Pd: «Legnano sia esempio nella lotta alla precarietà del lavoro giovanile»

«Lo stage non è un contratto di lavoro, l’entrata nel mondo lavoro non deve essere per forza un calvario di anni senza stabilità e senza diritti». A sottolinearlo è il circolo del Partito Democratico di Legnano che, nei giorni scorsi tramite i consiglieri comunali, ha depositato una mozione a sostegno della campagna “Lo stage non è lavoro” sviluppata dal gruppo “Lo stagista frust(r)ato” e dai Giovani Democratici Milano.

«L’iniziativa – spiegano dal circolo Pd - è volta ad accendere i riflettori su un’enorme sacca di sfruttamento rappresentata dall’abuso del tirocinio extra-curriculare a scapito dell’apprendistato nella gestione dell’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Da questo grido di protesta è nato un gruppo di lavoro che ha elaborato una proposta di riforma organica dei due rapporti di lavoro e formazione che ha ricevuto il sostegno di circa 40.000 firme raccolte attraverso una petizione».

Il partito democratico di Legnano chiede «all’amministrazione di sostenere in ogni sede politica e amministrativa l’iniziativa, che ha raccolto un ampio consenso, coinvolgendo in maniera trasversale molte forze politiche a livello nazionale (Partito Democratico, Italia Viva, Movimento 5 Stelle, Liberi e Uguali) e regionale».

Un supporto formale all'iniziativa che deve andare oltre secondo i consiglieri comunali del Partito Democratico di Legnano: «Chiediamo al Comune di recepire lo spirito dell'iniziativa all’interno dell’attività della macchina amministrativa, favorendo l’utilizzo del contratto di apprendistato nelle società partecipate dal Comune, limitando nell’ambito del lavoro degli uffici comunali l’utilizzo del tirocinio ai soli studenti e verificando la possibilità di riconoscere a questi ultimi un’indennità. Inoltre, invitiamo l’amministrazione ad efficientare i servizi a sostegno dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro come, ad esempio, lo sportello “Informagiovani”.

Riteniamo questa mozione – conclude il gruppo consigliare del Partito Democratico di Legnano - un'importante azione politica e amministrativa, in grado di aumentare il già enorme sostegno raccolto dalla petizione e al contempo di rendere Legnano un caso esemplare nella lotta alla precarietà del lavoro giovanile.

La mozione è nata nella nostra città, per tutelare i giovani lavoratori e per dare il via ad una forte azione politica. Sono già molti gli amministratori locali che stanno prendendo spunto dalla nostra esperienza».

Il sindaco Lorenzo Radice commenta positivamente l'iniziativa: «Sono felice di aver portato con me tanti giovani in questa esperienza, e ancora di più vederli impegnarsi e battere per cambiare le cose che non funzionano bene. Andiamo avanti con costanza accanto alle persone più vulnerabili».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore