/ Legnano

Che tempo fa

Cerca nel web

Legnano | 23 marzo 2021, 12:18

Piano di salvataggio e rilancio di Accam. Per Legnano Futura «promesse in fumo»

“Legnano Futura” dopo l'approvazione in assemblea dei soci del piano di salvataggio e rilancio di Accam: «Illusi che si sarebbe finalmente voltata pagina»

Piano di salvataggio e rilancio di Accam. Per Legnano Futura «promesse in fumo»

«Accam, promesse in fumo». Si apre così il comunicato stampa di “Legnano Futura” dopo l'approvazione in assemblea dei soci del piano di salvataggio e rilancio di Accam (leggi QUI).

La cronistoria. «Era il 23 febbraio 2015. Il consiglio comunale di Legnano approvava all’unanimità un atto di indirizzo, il cui obiettivo era lo spegnimento dell’inceneritore Accam, che sarebbe stato sostituito da un impianto di selezione rifiuti (la cosiddetta “fabbrica dei materiali” a freddo) e dall’impianto di compostaggio.

Ci eravamo illusi che si sarebbe finalmente voltata pagina, anche per la nostra salute. Ma una proroga tira l’altra e Accam con i suoi mille problemi è ancora lì a Borsano a bruciare rifiuti, e non solo quelli prodotti da Legnano e dai comuni dell’Alto Milanese».

L'affondo. «Il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice – prosegue la nota di “Legnano Futura” - nel suo programma elettorale aveva scritto: “Lavoreremo perché Accam cambi chiaramente e concretamente strategia, per arrivare allo spegnimento dei forni prima del 2027”. Forse anche per questo ha avuto la fiducia dei legnanesi. E invece Legnano, ieri, nell’assemblea di Accam, ha votato per il salvataggio di questa società soprattutto a spese di Amga e quindi dei cittadini legnanesi. Ciò comporterà la prosecuzione dell’attività dell’inceneritore di Borsano, inutile, antieconomico e insalubre».

Legnano Futura” fa anche riferimento all'atto di indirizzo votato in consiglio comunale. «Sono stati violati gli intenti manifestati dal consiglio comunale poche settimane fa, che aveva accantonato il piano di Amga riguardante il salvataggio di Accam». Poi si mette nei panni dei cittadini «stanchi di una politica che manda in “fumo” le promesse, con il pericolo che l’inceneritore non si spegnerà mai».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore