/ Sociale

Che tempo fa

Cerca nel web

Sociale | 03 aprile 2021, 09:02

La Mensa del Padre Nostro di Castellanza e Casaringhio regalano il “sacchettuovo”

Grazie alla generosità delle persone che sostengono i nuclei familiari in difficoltà e alla collaborazione tra le due realtà, sono arrivati dei regali speciali in occasione di Pasqua per i bambini e i ragazzi

Adriano Broglia, presidente della Mensa del Padre Nostro Onlus di Castellanza

Adriano Broglia, presidente della Mensa del Padre Nostro Onlus di Castellanza

La Mensa del Padre Nostro di Castellanza ha consegnato un “sacchettuovo” ai bimbi delle famiglie castellanzesi che si trovano in stato di bisogno. Una bella iniziativa nel tempo di Pasqua, promossa con la collaborazione di Casaringhio Busto Arsizio e con il patrocinio del Comune di Castellanza.

«Nelle scorse settimane – spiega Adriano Broglia, presidente della Mensa del Padre Nostro – abbiamo chiesto a chi ci conosce di confezionare un “sacchettuovo” contenente un dolce, un libro, un prodotto per la cura della persona e una t-shirt. Un pacco regalo, insomma, che potesse essere consegnato in occasione della Pasqua ai bambini e ai ragazzi delle famiglie che quotidianamente si rivolgono a noi in cerca di sostegno».

In moltissimi hanno risposto a quest’appello. In pochissimo tempo sono stati ben 159 i pacchi che sono arrivati alla Mensa, grazie alla generosità dei castellanzesi e a quella degli abitanti dei comuni limitrofi.

Questi doni sono stati consegnati, insieme alla normale spesa settimanale, ai nuclei familiari durante la Settimana Santa: «A ogni famiglia al cui interno vive un bambino o un ragazzo dai 2 ai 14 anni – prosegue Broglia – è stato dato un “sacchettuovo” e un altro piccolo dono, come una colomba, un dolce o un gioco, parallelamente al consueto ritiro della spesa settimanale».

Ogni bimbo, dunque, ha ricevuto un regalo per festeggiare serenamente la Pasqua. Questo ha certamente aiutato le famiglie anche a mantenere, in una situazione difficile e particolare come quella che stiamo vivendo, quel senso di “normalità” che non è mai stato così tanto necessario.

Sono ben 121 i nuclei familiari con e senza figli, che ogni settimana si rivolgono alla Onlus castellanzese per ricevere un aiuto. Numero che, nell’ultimo anno, è più che raddoppiato anche a causa delle difficoltà derivanti dalla pandemia.

Ogni settimana viene loro consegnato un sacchetto della spesa contenente prodotti di prima necessità, ai quali va ad aggiungersi, nelle occasioni “speciali”, un dono raccolto grazie alla generosità del territorio.

Il “sacchettuovo”, infatti, è una bella iniziativa ma non una primizia: «Durante le festività natalizie – sottolinea Adriano Broglia – abbiamo collaborato per la prima volta con Casaringhio per la raccolta e la distribuzione dei pacchi dono, contenenti dolci e altri oggetti, che sono andati a tutti i nuclei familiari che seguiamo. Questa volta abbiamo pensato di proseguire sulla falsariga di quanto fatto per Natale, concentrandoci però sul donare qualcosa di particolare ai più giovani».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore