/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 04 aprile 2021, 12:21

Busto, la rabbia dei ristoranti: «Il mondo è in giro e noi paghiamo il conto»

L'amarezza di Gino Savino: «Auguri ai colleghi, speriamo che ci sia finalmente buonsenso nella politica». Oggi i pubblici esercizi hanno servito moltissimi pasti d'asporto

Gino Savino

Gino Savino

«Il mondo è in giro e noi paghiamo il conto». Parla con amarezza Gino Savino, titolare della pizzeria Capri a Busto Arsizio, che come referente Fipe aveva lanciato ripetuti appelli per far lavorare il settore (LEGGI QUI).

Moltissimi bustesi hanno fatto ricorso alle prelibatezze pasquali preparate dai ristoranti, un modo di festeggiare comunque e probabilmente anche di aiutarsi. Non basta però a far quadrare i conti.

«Faccio gli auguri ai miei colleghi - dice Savino - Resta questa amarezza. Si stanno sacrificando gli esercizi pubblici. Solo noi subiamo la chiusura. Questa è la seconda Pasqua che trascorriamo in queste condizioni. E per che cosa? A che cosa serve? Il vero augurio è che nella politica ci sia finalmente buonsenso».

Sulle tasse sono stati operati degli sconti: «Ma intanto non abbiamo lavorato, che rifiuti produciamo? Speriamo almeno non ci siano aumenti». Chi è alle prese con i mutui, poi, ha sentito questo carico, pesante

In questa mattina di Pasqua si è vista molta gente in giro, a ritirare i pasti. A volte - sottolineano i ristoratori - anche per più di dieci persone: magari verranno suddivisi in nuclei familiari, ma l'impressione rimane. 

Che si paghi il conto solo qui, tra le mura dei locali. Un'impressione non solo degli addetti ai lavori. (LEGGI QUI)

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore