/ Valle Olona

Che tempo fa

Cerca nel web

Valle Olona | 20 aprile 2021, 06:00

I gelsi a Olgiate tornano dal passato e si affidano ai bambini

Un progetto speciale, quello al parco Shapira, che ha visto coinvolti gli alunni. Le piantine sono state fornite alla scuola Dante Alighieri grazie anche alla collaborazione del vivaio Esaf e raccontano una tradizione olgiatese

La piantumazione a Olgiate, un momento emozionante

La piantumazione a Olgiate, un momento emozionante

Il parco Shapira ha due nuove piante di gelso, che cresceranno e faranno ombra ai bimbi di Olgiate per molti anni a venire, e questo è stato possibile grazie ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri.

«Negli scorsi mesi – spiega la referente Roberta Varisco – abbiamo aderito a una proposta di piantumazione collettiva pervenutaci dal comitato Green School di Varese, che avrebbe dovuto tenersi il 5-6 marzo, ma che purtroppo è stata rimandata a causa dell’istituzione dell’ultima zona rossa».

La scelta 

La proposta prevedeva che in quelle date tutte le scuole che nella provincia aderiscono alla Green School mettessero a dimora, nell’istituto o nei luoghi limitrofi, alcune nuove piante messe a disposizione dal comitato, scelte tra gelsi, sorbi e cornioli.

«Abbiamo voluto scegliere i gelsi – prosegue la professoressa Varisco – per ricollegarci a quella che in passato era la vocazione del nostro paese, da sempre, appunto, votato alla coltivazione dei gelsi e all’allevamento dei bachi da seta».

Come spiegato anche dall’assessore Luisella Tognoli, presente all’evento insieme all’assessore Leonardo Richiusa, infatti, i bachi da seta sin dal quattordicesimo secolo hanno fatto parte dell’economia del territorio olgiatese, e sino a pochi decenni fa non era inusuale trovare nelle abitazioni private dei luoghi appositamente dedicati al loro allevamento.

«Avremmo voluto che al momento della piantumazione, fossero presenti gli alunni di tutte le prime, ma questo non è stato possibile a causa delle normative anti assembramento – racconta la referente del progetto Green School – abbiamo quindi deciso di affidare il compito alle I E, che nel mese di febbraio ha vinto il concorso frutta a merenda».

Le piantine scelte, dunque, sono state fornite alla scuola Dante Alighieri grazie anche alla collaborazione del vivaio Esaf e sono state piantate dai ragazzi della classe I E all’interno del Parco Shapira.«Non è stato possibile piantumare i gelsi all’interno del cortile della scuola per motivi di spazio – sottolinea Roberta Varisco – e questo ci ha portato a chiedere, come del resto avviene molto spesso, la collaborazione dell’amministrazione che ci ha permesso di collocarle all’interno del Parco Shapira, che si trova proprio di fianco al nostro istituto».

Prendersi cura

Ciò permetterà ai ragazzi della Dante Alighieri di seguire da vicino la crescita delle “loro” piante, e di prendersi cura di loro quando si rivelerà necessario. «Per il momento – conclude la professoressa Varisco – ci stiamo prendendo cura dei “nostri” gelsi durante la ricreazione, approfittando delle borracce dei ragazzi e della fontanella del parco per bagnarla quando necessario.I ragazzi sanno che si tratta di piantine ancora giovani, che per crescere sane e forti avranno bisogno di molte attenzioni, e per questo sono stati invitati a controllarle e innaffiarle anche durante i mesi estivi, quando la scuola sarà chiusa».

Infine, a margine dell’iniziativa di piantumazione collettiva, a tutti gli alunni è stata consegnata, grazie alla collaborazione del comitato Green School e del vivaio Esaf, una bustina contenente i semi di varie essenze autoctone del territorio, con l’invito di piantare e prendersene cura.

Un modo per portare a casa, come sempre, quelle buone pratiche di attenzione e cura per l’ambiente proprie del progetto Green School.

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore