/ Legnano

Che tempo fa

Cerca nel web

Legnano | 26 aprile 2021, 12:33

A Legnano un nuovo gruppo di controllo del vicinato. 1.200 le famiglie coinvolte

Con l’attivazione del “Ticino Cavour” (72 aderenti e tre coordinatori) salgono a ventinove i gruppi di controllo del vicinato residenziale in città

A Legnano un nuovo gruppo di controllo del vicinato. 1.200 le famiglie coinvolte

Con l’attivazione, sabato scorso, del “Ticino Cavour” salgono a ventinove i gruppi di controllo del vicinato residenziale per quasi 1200 famiglie aderenti complessivamente. Il nuovo gruppo, che conta su settantadue aderenti e fa capo a tre coordinatori (Angelo Montoli, Pietro Barengo e Maria Teresa Crapuzzo), raccoglie la quasi totalità dei residenti che gravitano nell’isolato a ridosso della ferrovia compreso fra le via XX Maggio, Cavour, Ticino e Della Vittoria. «Il controllo del vicinato, dopo l’attivazione nelle settimane scorse di un paio di gruppi commerciali continua la sua crescita anche in ambito residenziale – commenta l’assessore alla Quotidianità Monica Berna Nasca. È un segno della bontà di questa intuizione e dell’efficacia delle modalità con cui si mette in pratica. La sicurezza partecipata è una pratica che questa amministrazione vuole continuare a incentivare e che incontra una risposta sempre più significativa fra i cittadini».

All’attivazione del gruppo sabato mattina erano presenti il sindaco Lorenzo Radice, l’assessore Nasca, la referente associazione Controllo di vicinato per Legnano Alessandra Nicora, l’assistente civico del Comune di Legnano Enzo Tesoro e l’ufficiale Gianni Palluotto, che coordina, con Manuela Bonissi, il progetto per la Polizia locale.

«Questo gruppo è partito con il piede giusto, nel segno della massima inclusione –dice Tesoro. La maggior parte degli aderenti è in contatto con Whatsapp, ma alcuni anziani non hanno questo applicativo: da qui la scelta di referenti e altri aderenti di avvertirli delle segnalazioni più rilevanti contattandoli direttamente al telefono fisso o andandoli a trovare a casa. L’altro aspetto positivo è la collaborazione, visto che si è creato immediatamente un contatto con l’altro gruppo di controllo del vicinato attivo nella stessa zona, quello di via Cherubini. Penso che questo sia lo spirito giusto con cui intendere la sicurezza partecipata».  

Le ultime attivazioni di gruppi nel controllo di tipo residenziale risalgono al periodo del lockdown e riguardano un’altra zona di Legnano, Filzi-Resegone e Olmina. Il prossimo gruppo di controllo del vicinato che potrebbe partire si trova nel quartiere Oltrestazione e interesserà le vie Pastrengo e Rossini. Quanto ai gruppi commerciali il numero è attualmente di undici, con un numero di adesioni fra i negozianti che supera i trecento.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore