/ Valle Olona

Che tempo fa

Cerca nel web

Valle Olona | 26 aprile 2021, 10:22

Olgiate, i bimbi dell’asilo imparano a rispettare l’ambiente con la Fata Primavera

Festa di primavera “magica” per i piccoli del San Giovanni Bosco, coinvolti in un’avventura educativa sceneggiata e realizzata dalle insegnanti

La Fata Primavera ha fatto visita ai bambini dell'asilo San Giovanni Bosco

La Fata Primavera ha fatto visita ai bambini dell'asilo San Giovanni Bosco

Una festa di primavera speciale per i bambini dell’asilo San Giovanni Bosco di Olgiate Olona. Le insegnanti hanno inscenato una favola incentrata sul rispetto dell’ambiente e sul valore del riciclo.

La visita della Fata Primavera

Nella notte tra giovedì 22 e venerdì 23 aprile è successo qualcosa di strano all’asilo. Nel giardino, che solitamente è ben tenuto e sempre pulitissimo sono apparsi dei mucchietti di spazzatura, e questo ha intristito molto la Fata Primavera, che è arrivata a scuola per fare una bellissima sorpresa ai bambini.

La Fata si aspettava di poter giocare tutta la mattina coi piccoli nel verde, ma adesso non è più possibile, e quando sono giunti i piccoli presso il suo magico angolo l’hanno trovata parecchio giù di morale.

Fortunatamente gli alunni del San Giovanni Bosco hanno prontamente raccolto il suo appello e si sono rimboccati le maniche per raccogliere subito (sempre rispettando le regole e le distanze) gli oggetti che qualche malintenzionato aveva lasciato nel giardino, portandoli al calderone della fata che, una volta riacquistato il buonumore dopo aver visto che il verde era tornato bello e pulito come prima, ha fatto una magia.

La spazzatura è sparita e al suo posto nel calderone sono apparsi quattro sacchetti contenenti delle noci magiche che sono state distribuite ai bambini come ricordo della giornata.

Un messaggio importante

Una mattinata speciale per i piccoli alunni del San Giovanni Bosco, che hanno potuto essere protagonisti di una vera e propria avventura sceneggiata e realizzata dalle loro insegnanti, che il pomeriggio precedente hanno disseminato oggetti per il cortile per far sì che i bimbi potessero in prima persona impegnarsi per aiutare la Fata Primavera.

«È stata una festa di primavera veramente “magica” – spiega la coordinatrice Chiara Borghi – e abbiamo voluto sfruttare proprio quest’aspetto per stimolare la fantasia dei bambini e allo stesso tempo spiegare loro quanto sia importante prendersi cura dell’ambiente».

Grazie alla loro insolita visitatrice, infatti, i piccoli hanno capito quanto sia importante non buttare i rifiuti per terra, impegnarsi in prima persona per raccogliere quanto gettato dagli altri e come i rifiuti, grazie alla “magia” del riciclo, possano trasformarsi in qualcosa di nuovo e meraviglioso.

«Alla fine della loro “avventura” i nostri alunni sono tornati in classe, dove hanno ripreso il discorso su queste importanti tematiche con le loro insegnanti – prosegue Chiara Borghi – questo, insieme ai magici doni della Fata Primavera, li aiuterà a ricordarsi anche nei prossimi anni questi importanti insegnamenti».

La magica visitatrice dell’asilo accolta da un bellissimo disegno dei bimbi che la rappresentava, non è certo giunta a mani: per prima cosa ai bimbi è stata distribuita una noce magica che contiene una preziosissima pietra da conservare gelosamente come ricordo, e per seconda, ma non certo per importanza, ha portato delle piantine per il giardino della scuola.

«Abbiamo già piantato i fiori che ci sono stati donati questa mattina – conclude Chiara Borghi – e la Fata ha chiesto ai nostri piccoli di prendersene cura, perché possano crescere sani e forti. Loro hanno accettato con entusiasmo questo compito, e nei prossimi mesi se ne occuperanno con tutto l’affetto e l’attenzione che solo i più piccoli sanno avere».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore