/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 30 aprile 2021, 17:27

Busto, positivo al Covid esce di casa con i nipotini minorenni per rubare: scoperto dalla polizia

L'uomo, un macedone di 58 anni, è stato fermato durante un controllo dagli uomini del Commissariato cittadino. Per lui doppia denuncia

Busto, positivo al Covid esce di casa con i nipotini minorenni per rubare: scoperto dalla polizia

L’ingresso in “zona gialla” non ha allentato i controlli delle Volanti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio che, oltre a verificare il rispetto delle prescrizioni in materia di Covid, si sono trovate a fronteggiare situazioni di illegalità diffusa.

Qualche giorno fa una pattuglia ha controllato un’autovettura a bordo della quale c'era un cittadino macedone di 58 anni in compagnia dei nipoti di 13 e 7 anni. L’uomo stava trasportando penumatici usati asserendo di averli prelevati da un distributore di carburante con il consenso del titolare. Da un veloce controllo, è risultato che il cinquantottenne in quel momento era sottoposto a quarantena obbligatoria essendo positivo al Covid-19 e per questo motivo è stato subito denunciato e rimandato a casa.

Pochi giorni dopo gli stessi poliziotti hanno saputo che il proprietario di una stazione di servizio lamentava il furto di una cisterna per lo smaltimento dell’olio e di vari pneumatici usati ed aveva fornito anche la videoregistrazione dell’impianto di sorveglianza che aveva immortalato gli autori dei due furti.

Agli agenti è bastato collegare i due episodi e, visionate le videoriprese, hanno riconosciuto proprio il cinquantottenne che, aiutato dai due nipoti minorenni e non imputabili, caricava la refurtiva in auto. A suo carico è scattata la denuncia per il duplice furto aggravato che si è aggiunta a quella per l’inosservanza all’isolamento obbligatorio in quanto positivo al Covid. I due nipoti minori non imputabili, sono stati comunque segnalati al Tribunale per i Minorenni.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore