/ Gallarate

Che tempo fa

Cerca nel web

Gallarate | 04 maggio 2021, 15:22

Gallarate, risolti i problemi della fognatura in via Tiro a Segno

Oltre 350 metri sostituiti con materiale estremamente resistente mettendo fine ai disagi di decine di famiglie, spiega Alfa. L'assessore Rech: «Importantissima sinergia»

I lavori a Gallarate

I lavori a Gallarate

Lavori conclusi, addio disagi. Oltre 350 metri di fognatura sono stati sostituiti a Gallarate per porre finalmente rimedio ad un problema che si trascinava da anni e creava non pochi disagi a decine di famiglie e alla struttura che ospita la sezione gallaratese del Tiro a Segno Nazionale.

«Periodicamente, infatti, la fognatura non riusciva a far defluire i reflui, che rigurgitavano all’interno delle proprietà private -  sottolinea Alfa - Ad essere interessata dal problema era soprattutto la via Tiro a Segno, nel quartiere Madonna in Campagna di Gallarate, dove i nostri tecnici, gestore del servizio idrico integrato, stanno per concludere in questi giorni la posa degli ultimi metri di fognatura prima di chiudere il cantiere».

L’intervento ha richiesto un notevole impegno preliminare, assicura la società, «prima con mezzi per lo spurgo delle tubazioni e poi attraverso video ispezioni che hanno evidenziato non pochi problemi, sia per lo stato delle condotte, particolarmente usurate, sia per le contropendenze del terreno». Ecco che si è dovuto operare praticando uno scavo più profondo, posando 130 metri di nuova fognatura in via Tiro a Segno, come pure sostituendo altri tratti collegati e anch’essi deteriorati: 150 metri in via Martiri della Libertà e 80 metri in via Calcaterra a partire dall’innesto in via Buonarroti.

Le nuove tubazioni sono di diametro maggiore (dai 300 ai 500 mm) e sono in gres, materiale estremamente resistente, anche all’usura del tempo. L’insieme dei lavori ha comportato un impegno di spesa di circa 250mila euro. 

«Quando si risolve un problema, specie se di “vecchia data” – dice l’assessore ai Lavori pubblici di Gallarate Sandro Rech - non si può che essere contenti. A nome dell’amministrazione che rappresento ritengo importantissima la sinergia che si è venuta a sviluppare tra il Comune di Gallarate e Alfa, volta alla soluzione delle problematiche come questa e a nuovi progetti che miglioreranno le infrastrutture di sottosuolo. Ad maiora semper quindi».

Anche il presidente di Alfa Paolo Mazzucchelli afferma: «Condivido l’opinione dell’assessore Rech e ringrazio l’amministrazione per la fattiva collaborazione, così come ringrazio il personale di Alfa per aver svolto un lavoro così importante e atteso da tempo».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore