/ Valle Olona

Che tempo fa

Cerca nel web

Valle Olona | 06 maggio 2021, 14:00

Castellanza, nuova gestione della ristorazione scolastica. «Riduciamo sprechi e impatto ambientale»

La nuova società gestirà anche i pasti consegnati a domicilio alle persone anziane o disabili. Basta bottiglie di plastica nelle scuole. In programma interventi di educazione alimentare e un nuovo portale web dedicato al servizio

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

A partire dal primo luglio, a Castellanza sarà una nuova società a gestire il servizio di ristorazione scolastica e i pasti consegnati a domicilio alle persone anziane o disabili.

Si tratta della Cir Food sc di Reggio Emilia, che si è aggiudicata la gara le cui procedure hanno preso avvio lo scorso settembre quando il Consiglio comunale ha stabilito il trasferimento della gestione da Csp – Castellanza Servizi e Patrimonio al Comune.

Molte le novità: «L’amministrazione – afferma il sindaco Mirella Cerini – ha indicato alcuni punti fermi che hanno ispirato il Capitolato Speciale d’Appalto. L’attenzione è stata fissata in modo particolare sul rispetto ambientale, sottolineando la necessità di ridurre gli sprechi alimentari e l’impatto ambientale. Per questo, in sostituzione delle tradizionali bottiglie di plastica, l’acqua verrà distribuita a scuola utilizzando direttamente l’acqua di rete, che verrà sottoposta a controlli periodici da parte della ditta e distribuita mediante erogatori microfiltranti collocati in ogni plesso».

Anche la promozione di interventi di educazione alimentare è uno degli argomenti promossi dalla giunta, che ha richiesto specifici interventi su più livelli (nutrizionale, formativo e divulgativo) a favore di alunni, insegnanti e genitori. Ciò per garantire uno stile alimentare corretto a favore dei più piccoli, obiettivo che coinvolge tutti coloro che, a vario titolo, si prendono cura dell’educazione delle nuove generazioni ad una sana alimentazione.

In quest’ottica si colloca la proposta di miglioria inserita nel Capitolato Speciale d’appalto relativa all’inserimento di spuntini a base di frutta, yogurt, ortaggi crudi, miele a filiera corta, marmellate e cioccolata, come merenda del mattino da offrire ai bambini delle scuole primarie.

Altra novità è l’utilizzo di un nuovo portale web interamente dedicato al servizio ristorazione attraverso il quale le famiglie potranno iscrivere i figli al servizio, richiedere diete speciali e/o etico religiose, tenere monitorato il numero di pasti usufruiti e lo stato dei pagamenti, ottenere certificazioni ai fini delle detrazioni fiscali e/o attestazioni relative al Welfare Aziendale, consultare i menù in somministrazione, nonché procedere ai pagamenti con modalità on –line.
Anche i pasti al domicilio potranno essere prenotati tramite il portale.

I menù offerti dalla ditta – fanno sapere dal Comune – pongono al centro i destinatari (bambini e anziani) con i loro gusti e le loro esigenze nutrizionali, nel rispetto di quanto previsto dalle linee guida nazionali in tema di ristorazione collettiva e dalle linee guida di Ats Insubria.

Tutti i refettori, inoltre, verranno rinnovati e valorizzati con nuove attrezzature e una tinteggiatura che li renderà ancora più accoglienti e piacevoli per i bambini delle scuole.

In questo momento di cambiamento, l’amministrazione rivolge un sentito alla ditta Compass Group Spa che ha gestito fino ad ora il servizio e, in particolare, sottolineando l’impegno profuso in questo difficile anno scolastico, caratterizzato da nuovi e complessi assetti organizzativi imposti dalla pandemia.

«Nel corso degli anni è sempre stata dedicata particolare attenzione al servizio mensa – osserva il sindaco Cerini – consapevoli dell’importanza di una corretta alimentazione e dell’educazione alimentare. Le novità introdotte hanno l’obiettivo di rispondere in modo sempre più adeguato alle esigenze degli studenti, delle loro famiglie e degli insegnanti che hanno sempre manifestato un buon livello di soddisfazione dei servizi finora offerti».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore