Ieri... oggi, è già domani | 09 maggio 2021, 06:00

....." Bustocchi ....Liguri....non altro"

E veniamo agli esempi (presi qua e là) della U Bustocca, analoga e uguale alla U Genovese.

....." Bustocchi ....Liguri....non altro"

E' inveterato nel Linguaggio Bustocco (inveterato = divenuto così abituale da essere difficilmente correggibile o emendabile) che si fa fatica a correggere una "bestialità"; addirittura millantando una giusta Tradizione, divenuta (oserei dire) Storica.

Leggo (da chi usa il termine Bustocchità - e non sa chi e come lo si è inventato) che "fra il Bustocco e il Genovese, non c'è molto in comune - la famosa U finale che abbiamo noi Bustocchi, loro l'hanno sempre nei verbi, negli aggettivi, mentre noi l'abbiamo solo nella seconda declinazione dei sostantivi - Da riflettere. Da studiare. - firmato Enrico Candiani

Al di là del significato di Declinazione, uguale a "flessione del sostantivo, dell'aggettivo o del pronome, secondo il genere, il numero o il caso" a cui non si traccia alcun esempio e che in pochi avranno compreso, occorre fare accenno alla "seconda" di questa ....declinazione, a cui, ribadisco non si fa alcun esempio.

Per farla semplice. Oltre a contestare l'intero "preambolo" di detto Candiani, andiamo a mettere degli esempi circa la U in oggetto. E vediamo che....da qualsiasi parte la si gira, la U Bustocca è "figlia legittima" della U Genovese. Oltre agli esempi già citati sulla suddetta pagina di fb, ne aggiungiamo altri. Per dire e ribadire (come la Storia ci insegna) la "calata" Ligure nelle terre interne occupate dai Celti che ha dato origine a Busto Arsizio. Già il nome Busto deriva dal romanico "combustum - arso e bruciato" a cui si aggiunge Arsizio (che deriva da ardia - sottile filo di ferro, duttile originario proprio dai Liguri di cui Gilberto Govi fa buon uso nelle sue commedie).

E veniamo agli esempi (presi qua e là) della U Bustocca, analoga e uguale alla U Genovese.

Baslottu (ciotola per il cane) - risottu (classico risotto, piatto culinario prelibato) - scurbatu (corvo) - risiatu (litigioso) - ciucatu (ubriacone) - scemottu (cretino) - balabiutu (che non è ....danza ignudo, ma poco di buono) - lifrocu (tizio scarsamente intelligente) - giuinottu (giovanotto) - lucu (stupido) - pancotu (specialità contadina a base di pane raffermo, riutilizzato, a cui si aggiungeva "ul russu d'oeu" rosso d'uovo") - brodu (brodo) - cuntentu (uno contento) - mentecattu (mentecatto) - saputu (uno che pensa di saperla lunga) - vigliaccu (vigliacco) - persigu (pesca....frutto) - pesciattu (chi vende il pesce) - rabatòn dul su (esposto al sole cocente) - salàm crùu (salame crudo) - tondu tème'l cu dul buceu (rotondo come il fondo del bicchiere) cazzù (che non è una parola scurrile (quella è "co da cazu", ma è semplicemente il mestolo).

Orbene: di esempi analoghi e uguali fra la U Bustocca e la U Genovese, ce ne sono molti. Oltre a quelli che ho elencato, ne troverò molti altri....attingendo dalle commedie di Gilberto Govi, ma pure dai libri di Eminenti "padri Bustocchi" che hanno fatto la Storia di Busto Arsizio e della Lingua Bustocca.

La "cosa brutta" che il suddetto Enrico Candiani ha messo in chiusura del suo scritto è la doppia frase con tanto di punto su ognuna: Da riflettere. Da studiare. e lo rivolge a noi, impunemente - circa la "riflessione" non ci piove. Ci ho pensato su (e questa non è una U Bustocca-Genovese, ma fa parte del lessico della Lingua Italiana - circa lo "studiare" è davvero un invito che rivolgo a chi l'ha scritta. Dal canto mio (confesso) già lo eseguo e, sinceramente non me lo deve imporre alcuno....è una mia libera scelta. Per ribadire che siamo discendenti Liguri e non Celti.

Gianluigi Marcora

Leggi tutte le notizie di IERI... OGGI, È GIÀ DOMANI ›

Leggi anche

mercoledì 23 giugno
lunedì 21 giugno
venerdì 18 giugno
martedì 15 giugno
sabato 12 giugno
giovedì 10 giugno
lunedì 07 giugno
sabato 05 giugno
giovedì 03 giugno
lunedì 31 maggio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore