/ Valle Olona

Che tempo fa

Cerca nel web

Valle Olona | 10 maggio 2021, 13:52

Studente con disabilità userà più facilmente il pc. Grazie alla tecnologia e al lavoro dei compagni

Consegnato all’Isis Facchinetti di Castellanza uno strumento che permetterà a uno studente di muovere il mouse con gli occhi. Il risultato arriva da una competizione a cui hanno partecipato i ragazzi, scegliendo di aiutare il compagno. La preside: «La scuola non dimentica nessuno»

La consegna ufficiale dello strumento informatico all'Isis Facchinetti

La consegna ufficiale dello strumento informatico all'Isis Facchinetti

Questa mattina l’azienda Sapio ha consegnato a Jerry, studente affetto da plurima Tetrasparasi Distonica dell’Istituto “Facchinetti” di Castellanza, uno strumento che gli permetterà di utilizzare il computer con più facilità.

Si tratta di un sistema informatico che gli consentirà di utilizzare il movimento degli occhi per spostare il mouse e, in generale, di superare alcune importanti difficoltà che hanno reso sino ad oggi il suo percorso scolastico e relazionale più faticoso.

«Si tratta di un risultato che nasce da lontano – spiega il professor Loris Pagani -. Durante lo scorso anno, infatti, i ragazzi hanno partecipato ad una competizione, per la quale è stato deciso di realizzare un progetto che fosse socialmente utile.
La scelta è caduta sulla progettazione di uno strumento che potesse aiutare il loro compagno a superare le difficoltà che quotidianamente riscontrava nell’utilizzo del computer, e da qui è nato il percorso che si è concretizzato oggi».

Nell’anno scolastico 2019/20, quindi, gli alunni dell’attuale 5A e 5B hanno studiato con Jerry le difficoltà che si trovava ad affrontare e hanno cercato di capire come poterle superare. Si sono poi ipotizzate delle soluzioni che si sono concretizzate con la realizzazione di un prototipo funzionante di un comunicatore ottico con sensore visivo.

Questo progetto, che ha preso il nome di “DIALOGando”, ha anche ottenuto degli importanti riconoscimenti, arrivando al terzo posto nazionale in Letsapp Samsung, al secondo posto regionale e al primo posto provinciale al Premio Scuola Digitale.

«Durante lo studio di fattibilità dello strumento – prosegue il professor Pagani – i ragazzi hanno anche analizzato i diversi dispositivi già presenti sul mercato, e hanno scoperto che esisteva un prodotto che poteva rispondere appieno alle esigenze del loro compagno. Si è così deciso di partecipare al bando ausili/sussidi didattici – terza annualità, anno scolastico 2019/2020, che ci ha permesso di essere qui oggi».

Grazie al supporto dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e del Cts di Varese la scuola ha dunque potuto accedere ai fondi stanziati dal Miur coi quali ha potuto ricevere lo speciale computer alla presenza dei referenti disabilità Ufficio scolastico territoriale di Varese Simonetta Braila e Luigi Macchi e della referente Cts Antonietta Serpillo, che non hanno voluto perdere questo importante evento.

«Quello che è successo oggi è il frutto di un progetto che è nato da lontano – commenta la dirigente scolastica Anna Maria Bressan –. Un progetto che ha fatto sistema, nato da un’idea dei ragazzi che ha poi coinvolto persone, enti e aziende la cui collaborazione ha permesso di arrivare ad un risultato concreto».

Un risultato che ben riflette lo spirito dell’istituto, la cui volontà da sempre è quella di fare in modo che tutti gli alunni possano accedere alle stesse risorse anche se si trovano in situazioni di difficoltà.

«Sono molto felice di aver visto concretizzarsi questa bellissima idea – conclude la professoressa Bressan – anche perché per i ragazzi che affrontano un percorso simile a quello di Jerry è importante vedere che la scuola non si dimentica di loro, ma che fa il possibile per agevolarli e fare in modo che la loro strada sia meno impervia. È importante permettere agli studenti con difficoltà di avere accesso alle stesse cose a cui hanno accesso i loro compagni ed è per questo che l’impegno della scuola per Jerry, ad esempio, non finisce qui».

All’istituto “Facchinetti”, infatti, si sta già studiando come accedere ai fondi necessari per poter permettere a Jerry Hasani di avere una seduta più consona alle esigenze nate dall’utilizzo di questo nuovo strumento.

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore