/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 11 maggio 2021, 13:12

Al BA Book si parla di libri antichi. I complimenti della paleografa Sebastiani alla città

In occasione della seconda giornata del festival del libro, si è tenuto l’incontro “La conservazione e il restauro del libro antico”, organizzato dagli Amici della Biblioteca Capitolare di Busto

Maria Letizia Sebastiani ospite di BA Book

Maria Letizia Sebastiani ospite di BA Book

Lunedì sera, in occasione della seconda giornata del festival del libro BA Book (leggi qui), si è tenuto l’incontro “La conservazione e il restauro del libro antico”, organizzato dagli Amici della Biblioteca Capitolare di Busto Arsizio e visibile sulla pagina Facebook dell’associazione (clicca qui).

Protagonista dell’incontro, guidato da Costanza Mazzucchelli, la dottoressa Maria Letizia Sebastiani, paleografa ed archivista.

Dopo un’introduzione della presidente dell’associazione Carla Trotti, la vicesindaco e assessore a Identità e Cultura Manuela Maffioli ha sottolineato che «la partecipazione dell’associazione a BA Book 2021 è particolarmente significativa. Sono orgogliosa che la mia città abbia un insediamento così speciale per la cultura».

«Questo incontro – ha proseguito – è molto significativo e si colloca nella seconda giornata di un festival che richiede uno sforzo ingente, poiché avviene in un anno pandemico e perché arriva dopo tanti anni in cui Busto non ospitava più un evento dedicato al libro, a fronte di un sistema libro molto forte. Proprio in aperura del festival, abbiamo sottoscritto il patto cittadino per la lettura, un’iniziativa del Ministero della Cultura destinata alle città che leggono. Busto Arsizio è stata riconosciuta città che legge».

Maria Letizia Sebastiani si è complimentata con la città: «Il Patto per la Lettura e il riconoscimento di Città che legge sono due aspetti molto importanti. Sono delle forme di partecipazione attiva a quello che è più importante: imparare a leggere ed educare alla lettura».

Poi, con la guida di Costanza Mazzucchelli, si è iniziato a parlare del tema portante dell’incontro, partendo dalla definizione di paleografia per poi passare ai metodi di conservazione preventiva e al restauro, illustrati egregiamente da Sebastiani, con esempi di danni possibili (le reazioni chimiche causate dalla luce solare, gli insetti che possono mangiare la colla, i topi che rosicchiano le pagine), mostrando anche i metodi per maneggiare un libro al fine di conservarlo nel migliore dei modi. Fino ad arrivare al tema dell'eccellenza italiana in questo campo, riportando come esempi il legame nato con la Francia dopo l’incendio della cattedrale di Notre Dame e quello con la Corea del Sud.

«Ringrazio la dottoressa per questo affascinante viaggio che ci ha fatto fare – ha concluso Carla Trotti –. È stato davvero bellissimo. Diciamo a tutti coloro che ci stanno ascoltando che lei ha promesso di venirci a trovare appena la situazione lo permetterà: noi la aspettiamo con molto piacere e con il desiderio di poter continuare questa chiacchierata a Busto Arsizio».

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore