/ Salute

Che tempo fa

Cerca nel web

Salute | 12 maggio 2021, 09:20

Al Del Ponte attivo il Centro per la diagnosi e la cura delle pazienti con fibromi uterini

Il lunedì pomeriggio specialisti dedicati sono a disposizione per eseguire valutazioni cliniche e strumentali volte a garantire alle pazienti un inquadramento diagnostico-terapeutico personalizzato ed un completo supporto assistenziale

Al Del Ponte attivo il Centro per la diagnosi e la cura delle pazienti con fibromi uterini

Tutti i lunedì pomeriggio, nel Centro per la diagnosi e cura delle pazienti affette da fibromi uterini di Varese, specialisti dedicati sono a disposizione per eseguire valutazioni cliniche e strumentali volte a garantire alle pazienti un inquadramento diagnostico-terapeutico personalizzato ed un completo supporto assistenziale.

Un servizio prezioso, questo appena attivato, considerato che i fibromi (o miomi) sono le neoformazioni benigne dell’utero più frequenti nella donna in età fertile. Si stima infatti che circa una donna su due possa sviluppare uno o più fibromi uterini durante la propria vita.

«La maggior parte dei fibromi dell’utero non si associa a sintomi, - spiega il Prof. Fabio Ghezzi, Direttore della Rete Integrata Materno Infantile e della Ginecologia e Ostetricia dell’ASST Sette Laghi e Docente all’Università dell’Insubria - tuttavia in alcune circostanze queste formazioni possono provocare sanguinamento mestruale più abbondante e prolungato fino all’anemizzazione, dolore o senso di peso addomino-pelvico o lombare, disturbi urinari e stipsi, impattando in maniera significativa sulla qualità della vita. Inoltre, in caso di una localizzazione all’interno della cavità uterina, possono essere causa di aborti ricorrenti o infertilità».

 La Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Del Ponte vanta un’esperienza pluriennale nel trattamento delle donne con fibromi uterini. Alle pazienti che ne sono affette vengono offerte diverse strategie terapeutiche, sia farmacologiche che chirurgiche. Quando si rende necessario il trattamento chirurgico, l’intervento è eseguito per la quasi totalità dei casi con approccio mini-invasivo.

«Dall’esperienza maturata in questi anni nella gestione di questa patologia – continua il Prof. Ghezzi - nasce l’idea di creare un centro dedicato. La molteplicità degli approcci terapeutici alternativi oggi disponibili consente da un lato di modulare meglio la risposta ai bisogni della singola paziente, ma richiede certamente competenze sempre più specifiche e mirate da parte degli specialisti. L’obiettivo è quello di assicurare alla paziente il miglior percorso di cura possibile nel caso specifico, ma anche di aiutarla ad orientarsi tra le diverse opzioni nelle situazioni in cui l’approccio terapeutico da adottare è dettato non solo da fattori clinici, ma anche da variabili che attengono alla sfera più personale della donna».

Il Centro Fibromi dell’Ospedale Filippo Del Ponte di Varese è coordinato e diretto dal Prof. Fabio Ghezzi, con la collaborazione del Dr. Ciro Pinelli, della Dr.ssa Giulia Mattioli e del Dr. Jvan Casarin. Gli ambulatori sono collocati nel Padiglione Ottagono e, per accedervi, è necessario con impegnativa per visita e ecografia ginecologica al CUP o Call Center Aziendale o Regionale. E-mail: amb.fibromi@asst-settelaghi.it

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore