/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 14 maggio 2021, 21:20

Quali strategie attuare per incrementare l’efficienza degli e-commerce sono il tema del prossimo GoDaddy Talks

GoDaddy, società leader nel campo dell’hosting mondiale con più di 80 milioni di domini in gestione, continua il suo percorso di educazione digitale che mira a dare il giusto nome alle cose e lo fa anche questo mese con il terzo GoDaddy Talks 2021, lunedì 17 maggio alle ore 17.00 sulla pagina Facebook della società.

Quali strategie attuare per incrementare l’efficienza degli e-commerce sono il tema del prossimo GoDaddy Talks

La pandemia di Covid-19 sta accelerando il passaggio dal commercio fisico all'e-commerce e si sta verificando a un ritmo più veloce del previsto. Il tasso di consumatori che fanno il 50% o più di tutti i loro acquisti online è aumentato drasticamente e lo scenario futuro si prospetta promettente. 6 consumatori su 10 infatti affermano che continueranno a fare acquisti online anche dopo la fine della crisi sanitaria.

GoDaddy, società leader nel campo dell’hosting mondiale con più di 80 milioni di domini in gestione, continua il suo percorso di educazione digitale che mira a dare il giusto nome alle cose e lo fa anche questo mese con il terzo GoDaddy Talks 2021, lunedì 17 maggio alle ore 17.00 sulla pagina Facebook della società.

In questa occasione Veronica Benini (alias @spora) intervisterà Giuseppe Carciati, imprenditore con una lunga esperienza nel settore food, il quale per sopravvivere al lockdown e dunque all’impossibilità di tenere aperti i propri ristoranti, ha trovato un nuovo modello e diversi canali per fare business, spostandosi sulle piattaforme social, creando un e-commerce e attivando un servizio di consegne a domicilio su Milano che ha permesso di aumentare notevolmente il fatturato.

Coronavirus: leva di crescita per l'e-commerce

Questa crisi sanitaria su vasta scala ha avuto un forte impatto sui rivenditori tradizionali. Il distanziamento sociale, il contenimento e le altre misure messe in atto dal governo per combattere la diffusione del virus, hanno ostacolato o addirittura escluso la possibilità per i consumatori di recarsi nei negozi. Così diversi studi rivelano che il tasso di consumatori che di solito fanno più della metà dei loro acquisti online è aumentato tra il 25% e l'80% a seconda della regione dall'inizio della pandemia.

Giuseppe Carciati è un esempio virtuoso di come sfruttando l’e-commerce e altre strategie digitali come l’influencer marketing per attirare un nuovo target di clienti e soddisfare i loro ordini, si riescono ad incrementare gli introiti.

L'e-commerce è destinato ad aumentare la sua crescita dopo la crisi sanitaria

La maggior parte dei consumatori ha cambiato le proprie abitudini di acquisto durante questo periodo e si sta concentrando in particolare sull'acquisizione di prodotti essenziali come alimenti e medicinali.

In un periodo di contenimento, le principali preoccupazioni dei consumatori riguardano per l’appunto i prodotti essenziali e la reperibilità di questa merce. Il ricorso all'e-commerce non solo è destinato a resistere alla fine della pandemia, ma si stima che raggiungerà livelli ancora più alti rispetto a prima.

Quando ciò accade, è fondamentale che i brand si organizzino per poter rispondere alla domanda. I prodotti devono essere visibili quando i consumatori li cercano online, questa è la domanda che ogni retailer deve porsi in questo momento.

Grazie a questa occasione offerta dagli store digitali i brand hanno la possibilità di aumentare le proprie vendite. Per fare ciò, è necessario controllare e garantire il corretto immagazzinamento della merce, una reta di consegne efficienti e la corretta indicizzazione del sito internet. Si noti che tipicamente fino al 40% degli articoli potrebbe essere elencato in modo errato e registrato come esaurito presso un rivenditore online.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore