/ Cronaca

Cronaca | 28 maggio 2021, 16:01

Monsignor Vegezzi nell'omelia del funerale a Vedano: «Quanto può far male l'egoismo degli uomini»

Il vescovo ausiliare di Varese sta presiedendo il rito funebre delle tre vittime vedanesi del Mottarone Vittorio, Elisabetta e Mattia: «Dobbiamo fare i conti con la precarietà della nostra vita che può venire stroncata anche da errori umani che sbagliano per negligenza, avidità e interessi personali»

Monsignor Vegezzi nell'omelia del funerale a Vedano: «Quanto può far male l'egoismo degli uomini»

Monsignor Giuseppe Vegezzi, vicario episcopale della zona di Varese, si trovava a Vedano Olona proprio domenica per amministrare il sacramento della Cresima ai ragazzi del paese, giorno in cui si è consumata la tragedia del Mottarone e dove Vittorio Zorloni, Elisabetta Personini e loro figlio Mattia perdevano la vita sul Mottarone.

«Il parroco don Daniele aveva "sentito" dentro di sé che qualche vedanese potesse essere purtroppo coinvolto - ha rivelato monsignor Vegezzi all'inizio dell'omelia dei funerali che ha presieduto - una famiglia che desiderava ritrovare un po' di normalità dopo il lockdown è rimasta coinvolta in una tragedia che ci ha fatto ripiombare nella tristezza».

«Dobbiamo fare i conti con la precarietà della nostra vita - ha proseguito monsignor Vegezzi nell'omelia - dovuta anche agli errori umani, gli uomini sbagliano per negligenza, avidità, per interessi personali; quanto può fare male l'egoismo umano e causare ferite profonde che non devono capitare mai più».

«Noi siamo qui davanti ai nostri perché, tra sconcerto e dubbio, davanti a queste tre bare ci manca il respiro e chiediamo una carezza del Signore che asciughi le nostre lacrime facendo nostra la preghiera di monsignor Delpini, scritta poche oro dopo la tragedia». 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore