/ Gallarate

Che tempo fa

Cerca nel web

Gallarate | 09 giugno 2021, 13:32

Gallarate, il Centro Sclerosi Multipla dell’Asst Valle Olona tra i vincitori di un bando nazionale

Premiato con un finanziamento di 25mila euro un progetto coordinato dal dottor Zaffaroni volto al miglioramento di strutture, percorsi diagnostico-terapeutici e assistenziali per i malati. «Orgogliosi del risultato, oltre che riconoscenti ai professionisti» sottolinea il direttore sanitario Arici

Il dottor Mauro Zaffaroni, al centro, con gli psicologi Lorena Pippolo e Marco Roscio

Il dottor Mauro Zaffaroni, al centro, con gli psicologi Lorena Pippolo e Marco Roscio

Un bando nazionale, alla sua seconda edizione, promosso da una multinazionale della farmaceutica e diagnostica, finalizzato a migliorare i servizi a supporto di soluzioni innovative per la sclerosi multipla. Tra i vincitori anche il progetto del Centro Sclerosi Multipla dell’ospedale di Gallarate.

Complessivamente, sono stati premiati con un finanziamento di 300mila euro 12 progetti: in Lombardia, quelli di Asst Valle Olona e Asst Papa Giovanni XXIII.

Afferma il Direttore del Centro Sclerosi Multipla dell’ospedale di Gallarate, dottor Mauro Zaffaroni: «Abbiamo ricevuto un finanziamento di 25mila euro grazie al progetto “la riabilitazione delle funzioni cognitive in persone con sclerosi multipla”. Si tratta di una proposta integrata di telemedicina, che prevede interventi individualizzati di riabilitazione e potenziamento cognitivo dei nostri malati, da effettuare con strumenti informatici. Le attività svolte - prosegue Zaffaroni - sono prevalentemente a domicilio con monitoraggio in remoto e, quando opportuno, con incontri periodici presso il nostro Centro. Il progetto, da me coordinato, verrà condotto dai dottori Lorena Pippolo e Marco Roscio, psicologi. Si vuole così colmare il bisogno di interventi di prevenzione e riabilitazione dei disturbi neurocognitivi, che la sclerosi multipla comporta. Gli interventi saranno precoci, multimodali, individualizzati e modellati sul bisogno del singolo paziente».

Il progetto in dettaglio

I deficit cognitivi colpiscono circa il 50% dei malati e comportano disabilità rilevanti in ambito lavorativo, nello studio e nei rapporti interpersonali. Nell’ottica di potenziare preventivamente la riserva cognitiva e la resilienza al danno neurologico, il progetto è rivolto a pazienti che presentano una disfunzione cognitiva anche solo iniziale o sfumata. L’obiettivo è quello di promuovere capacità specifiche, la consapevolezza del deficit, lo sviluppo di strategie efficaci e, nel complesso, migliorare la qualità di vita.

La riabilitazione cognitiva interesserà specifiche funzioni quali l’attenzione complessa, la memoria di lavoro, la velocità di elaborazione delle informazioni e la flessibilità cognitiva, avvalendosi anche di strumenti informatizzati specifici.

Il Centro Sclerosi Multipla dell’Ospedale di Gallarate è stato fondato nel 1963, primo sorto in Italia dedicato alla diagnosi, cura e assistenza alle persone con sclerosi multipla e ha rappresentato negli anni un modello di riferimento per i numerosi altri Centri SM poi nati in tutta Italia.

Da sempre la ricerca clinica è stata una delle sue mission, non meno importante dell’attività assistenziale. Ciò è stato possibile grazie alla convenzione prima con l’Università degli Studi di Milano, poi con l’Università Vita Salute dell’Ospedale S. Raffaele di Milano. Presso il Centro sono stati condotti e vengono regolarmente attivati molteplici studi clinici farmacologici e non. Collabora con diverse Università e Centri SM italiani.

«La sclerosi multipla è, tra le malattie croniche, una delle più complesse: sperimentare modalità per supportare più efficacemente i pazienti, per essere più vicini a loro, rappresenta un obiettivo che l'équipe della nostra azienda sta perseguendo da sempre – commenta il Direttore sanitario dell'Asst Valle Olona, dottor Claudio Arici -. Il riconoscimento che il Centro gallaratese ha ottenuto ne è il segno più tangibile. Siamo orgogliosi del risultato, oltre che riconoscenti ai professionisti che si sono impegnati per raggiungerlo».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore