/ Gallarate

Che tempo fa

Cerca nel web

Gallarate | 09 giugno 2021, 00:06

Gallarate, via libera all’assestamento di bilancio. «Un aiuto concreto ai cittadini»

Approvata, con l’astensione della minoranza, la manovra “Adesso”: «Abbiamo fatto il possibile con le risorse a disposizione», afferma il sindaco Cassani. “Sì” unanime alla concessione in comodato d’uso del teatro del Popolo al conservatorio Puccini

Palazzo Borghi, sede del Comune di Gallarate

Palazzo Borghi, sede del Comune di Gallarate

Via libera del Consiglio comunale di Gallarate all’assestamento di bilancio e alla concessione in comodato d’uso del teatro del Popolo al conservatorio Puccini.

L’assestamento presentato dall’assessore Stefano Robiati comprende “Adesso”, la manovra con le misure messe in campo dall’amministrazione per ripartire dopo l’emergenza Covid (leggi qui).

Una variazione da oltre tre milioni di euro che prevede, tra le altre cose, la riduzione della Tari per le utenze domestiche (del 30 per cento chi sceglie l’addebito sul conto corrente, del 15 per gli altri), della tassa di occupazione del suolo pubblico e (del 50 per cento) dei canoni di locazione delle palestre.

Inoltre, a partire da questa settimana, la sosta sulle strisce blu sarà gratuita al sabato. Previsti anche incrementi per quanto riguarda la manutenzione di immobili comunali, strade e marciapiedi.

«Un assestamento importante, uno sforzo per dare un aiuto concreto a cittadini e imprese – ha osservato il sindaco Andrea Cassani –. Le ripercussioni di questo periodo si faranno sentire con sfratti e licenziamenti. Quest’anno gli aiuti sono rivolti in particolare alla cittadinanza, senza comunque trascurare le imprese. Abbiamo scelto di sostenere l’educazione scolastica con il bonus libri (anche nel caso delle paritarie), mentre i voucher sport potranno permettere alle famiglie di iscrivere i figli alle varie società». Per il sindaco «abbiamo fatto il possibile con le risorse a disposizione, riducendo ulteriormente l’indebitamento. E le opere verranno fatte, per 7 milioni e mezzo di euro».

«“Adesso” è il momento di dare una mano ai cittadini e lo facciamo in modo concreto e tangibile», ha affermato il leghista Stefano Deligios. «Dopo la manovra “A tutto gas” per le imprese, “Adesso” vogliamo agire per le famiglie», ha sottolineato Germano Dall’Igna di Forza Italia.

«In questa fase sosteniamo il rilancio di Gallarate», ha aggiunto Giuseppe De Bernardi Martignoni di Fratelli d’Italia, elencando alcuni risultati di questa amministrazione: «Ristrutturazione della stazione, omogeinizzazione di Maga e biblioteca, sicurezza. Da 5 anni di palude siamo passati a una locomotiva».

Il presidente dell’assise Donato Lozito (Lega Civica-Cittadini di Centro) ha rimarcato l’importanza del ruolo dell’ente locale, apprezzando anche l’attenzione dimostrata dall’opposizione.

E proprio l’opposizione (Partito Democratico, Città è Vita, La Nostra Gallarate 9.9, gruppo misto) ha deciso di astenersi. «La fonte degli stanziamenti è lo Stato, che dobbiamo ringraziare – ha precisato Giovanni Pignataro del Pd –. Noi avremmo adottato queste misure in maniera diversa, ma non esprimiamo un voto contrario nell’interesse dei cittadini gallaratesi».
Via libera dunque al documento con il voto favorevole della maggioranza.

Approvata anche la concessione in comodato d’uso del teatro del Popolo all'istituto Puccini per lo svolgimento delle attività istituzionali e didattiche del conservatorio.

Presentando la convenzione, della durata di sei anni, l’assessore alla Cultura Massimo Palazzi ha parlato di «una scelta coraggiosa per lo sviluppo della comunità. Il rilancio e la rinascita devono passare attraverso la cultura. La vostra scelta – ha detto ai consiglieri – fornisce il pentagramma su cui verranno scritte le note del futuro musicale della nostra città».
Il punto ha ottenuto il voto favorevole unanime dell’assemblea.

La seduta – durante la quale Sonia Coltro è subentrata nel gruppo consiliare della Lega al dimissionario Guido Locatelli – si era aperta con l’inno nazionale che il presidente Lozito ha voluto far suonare pochi giorni dopo la festa della Repubblica e con un minuto di silenzio per l’ex vicesindaco Paolo Caravati, scomparso lo scorso aprile (leggi qui).

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore