/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 10 giugno 2021, 07:00

Il rifacimento del bagno a Torino: costi, benefici e scelta dell'impresa

Il bagno è un ambiente molto importante per la casa, ed è quindi importante che il proprietario si affidi ad un’impresa specializzata in ristrutturazioni torino che si preoccupi di ottenere la migliore qualità di lavoro e di inserire gli elementi migliori per garantire il massimo del comfort.

Il rifacimento del bagno a Torino: costi, benefici e scelta dell'impresa

Il bagno è un ambiente molto importante per la casa, ed è quindi importante che il proprietario si affidi ad un’impresa specializzata in ristrutturazioni Torino che si preoccupi di ottenere la migliore qualità di lavoro e di inserire gli elementi migliori per garantire il massimo del comfort.

Errori da non commettere

Il rifacimento bagno non è mai un'operazione agevole. Infatti è spesso lo spazio abitativo che preoccupa di più i proprietari.

Innanzitutto quando si vuole ristrutturare un bagno bisogna evitare tutta una serie di errori comuni:

  • cercare di risparmiare troppo sui materiali;
  • compare su internet l'arredo;
  • fidarsi di annunci "incredibili";
  • mancanza di un piano prima di cominciare i lavori;
  • selezionare singolarmente gli artigiani;
  • il fai da te;
  • optare per un tuttofare;
  • acquistare da tanti show-room;
  • perdersi nei preventivi;
  • dimenticarsi di fare delle foto ai lavori;
  • non informare il condominio;

 

Ristrutturazione bagno: costi e preventivi

Il costo complessivo per il rifacimento bagno completo di piccole dimensioni potrebbe aggirarsi tra i 2500€ e i 3200 €. Naturalmente esistono diverse variabili da tenere in conto: ad esempio dal tipo di materiali per la ristrutturazione del bagno che viene utilizzato. Si può, in taluni casi, anche optare per il mantenimento delle piastrelle aggiungendo un nuovo strato su quelle vecchie.

Ma, in generale, quello che occorre è un contratto in cui viene indicato: l'elenco degli interventi, la data di inizio e consegna, l'importo complessivo dei lavori, e la penale giornaliera per ogni giorno di ritardo.

Il resto sono, di solito, preventivi di massima difficilmente rispettati.

Rifacimento bagno: benefici fiscali

Rifare il bagno vuol dire che si possono iniziare i lavori senza comunicazioni secondo quanto disposto nel D.M. 2 marzo 2018. Tuttavia, l'art. 3 co. 1 lett. b) prevede che il rifacimento del bagno rientri nelle opere di manutenzione straordinaria.

In tal caso, presentando una pratica al Comune è possibile avere delle agevolazioni. Ci riferiamo alla "Comunicazione Inizio Lavori Asseverata" detta anche C.I.L.A. Questo comporta che verrà chiamato in causa un professionista - di solito un geometra - per la pratica da svolgere.

Attraverso il C.I.L.A. è possibile detrarre il 50% dell'importo dei lavori nell'arco di 10 anni.

C'è da sottolineare anche il fatto che la C.I.LA. è obbligatoria qualora il rifacimento bagno comporti la creazione o lo spostamento di nuove pareti; e non è possibile auto-presentarla!

La scelta dell'impresa: che realizzi i lavori di ristrutturazione bagno

Dobbiamo ritornare su un punto importante accennato in precedenza: bisogna affidarsi a degli specialisti. Sono da evitare le ditte generaliste o tuttofare. Occorre, infatti, cercare direttamente un'impresa specializzata in ristrutturazione. Sono da evitare le pagine web in cui dicono di inserire i propri dati in cambio di diversi preventivi di ditte. La scelta del professionista deve essere personale.

Di conseguenza, nella scelta della ditta, è consigliabile dare un'occhiata attenta al sito, alla pagina Facebook, alle recensioni dei clienti, alle garanzie previste. Questo momento della ricerca è di fondamentale importanza per partire col piede giusto riducendo di molto i rischi connessi al rifacimento bagno.

Le diverse fasi del rifacimento bagno completo:

  • Demolizione: consiste nella rimozione totale dei vecchi sanitari, pareti, rivestimenti e piastrelle; viene eseguita con il martello demolitore e per questo è la fase più rumorosa della ristrutturazione.
  • Smaltimento: si effettua con mezzi specifici per lo smaltimento di materiali contenenti amianto e materiali pericolosi.
  • Posizionamento impianti: in questa fase i professionisti impegnati sono prevalentemente l'elettricista e l'idraulico. Per quanto riguarda la posa dei sanitari, la loro collocazione è una delle fasi più delicate e importanti del rifacimento bagno. Si passa da forme tradizionali a forme moderne e dalla classica vasca da bagno al doccia in muratura, tutto è possibile purché vengano rispettati i principi di ergonomia e comfort.
  • Livellare il massetto e il getto: lo scopo del getto del massetto è avere un pavimento che sia "in bolla" alla perfezione.
  • Posa pavimenti e rivestimenti: per questa fase bisognerà aspettare che il massetto sia del tutto calpestabile e asciutto.
  • Montare le rubinetterie e i sanitari: il rifacimento bagno è quasi terminata.
  • Collaudo: si fa un controllo finale dei lavori, in particolare si verifica l'assenza di perdite dai rubinetti e la pressione dell'acqua. Naturalmente la pulizia alla fine è di competenza dell'impresa.

 

I sanitari

Ovviamente rifacimento bagno vuol dire nuovi sanitari. I prezzi variano molto: da poche decine di euro a sanitario a fino oltre mille euro a unità.

I sanitari possono essere di due tipi:

  • quelli sospesi: non vi è contatto col pavimento e per questo sono certamente più igienici.
  • quelli a terra, invece, proprio perché sono a contatto con il pavimento sono più solidi.

La scelta finale dipenderà naturalmente anche dallo stile dell'abitazione e dai gusti personali.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore