/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 11 giugno 2021, 11:57

Accordo Aime-UGL sulla formazione sfruttando il Fondo Nuove Competenze

Le due entità saranno impegnate nel promuovere e sostenere i percorsi di acquisizione delle competenze necessarie ai nuovi modelli organizzativi, produttivi e di sviluppo delle imprese: un'enorme opportunità per lavoratori e aziende. Lucchina: «Uno strumento di politica attiva impossibile da non sfruttare»

Il momento della firma tra i rappresentanti Aime e UGL

Il momento della firma tra i rappresentanti Aime e UGL

Aime anticipa tutti e regala ai propri associati la possibilità di usufruire di un’applicazione concreta del Fondo Nuove Competenze, istituito lo scorso anno dal Governo.

Oggi l’Associazione Imprenditori Europei varesina ha infatti firmato un accordo sindacale con UGL, l’Unione Generale del Lavoro, in base al quale le due entità saranno impegnate nel promuovere e sostenere le attività finalizzate all'acquisizione da parte delle aziende e dei lavoratori delle competenze necessarie per adeguarsi ai nuovi modelli organizzativi, produttivi e di sviluppo delle imprese.

Al centro c’è la formazione: il Fondo Nuove Competenze dà la possibilità ai datori di destinare le ore di riduzione del lavoro - che molte imprese sono tutt’ora costrette a prevedere in virtù delle difficoltà scaturite dalla pandemia - agli interventi formativi, interventi che grazie al Fondo sono stati finanziati dallo Stato con uno stanziamento di 730 milioni di euro. 

«Siamo davanti a uno strumento di politica attiva impossibile da non sfruttare - ha dichiarato Gianni Lucchina, segretario dell’associazione - Lo Stato in questo caso non ha detto “ti do i soldi e resti sul divano”, ma ci fornisce la chance di pensare al futuro di dipendenti e aziende».

I percorsi formativi si rendono oggi oltremodo necessari in virtù delle mutate esigenze organizzative e produttive delle imprese al fine di efficientare la produttività, la redditività e la qualità del lavoro e, non ultimo, accrescere il potere d'acquisto dei lavoratori stessi che hanno la possibilità di beneficiare della detassazione in virtù della legge di stabilità 2016 e delle successive modifiche apportate alla stessa. 

«Nel predisporre tali percorsi, le aziende possono operare in autonomia oppure in rete con altre aziende che abbiamo realtà produttive simili, in modo da approntare i migliori piani formativi possibili», ha spiegato Luca Chiappetti, Programme Director MAXIMUS e associato Aime.

Possono avvalersi del Fondo tutti i datori di lavoro del settore privato che abbiano stipulato accordi a livello aziendale o territoriale con le associazioni più rappresentative dei lavoratori, ovvero le RSU, Rappresentanze Sindacali Unitarie, che prevedono specifiche intese di rimodulazione dell'orario di lavoro in base a mutate esigenze organizzative e produttive dell'impresa, e dove parte dell'orario di lavoro può essere finalizzato allo sviluppo e all’aggiornamento delle competenze dei lavoratori. Anche il beneficiario del finanziamento potrà beneficiare della formazione in prima persona, a patto che abbia i requisiti richiesti dal bando dell’ANPAL che stabilisce i termini per la presentazione delle istanze.

«Aime ha dimostrato ancora una volta la propria flessibilità e la propria pluralità - sono state le parole del presidente Giuseppe Albertini - In questo i cambiamenti sono diventati velocissimi nel tempo: ecco allora quanto diviene importante che i lavoratori possano accrescere rapidamente le loro competenze».

«Ci troviamo bene con Aime e collaboreremo con questa associazione anche in futuro - ha infine detto il segretario UGL Luciano Tallarico - Là dove c’è formazione in un’azienda, c’è futuro».

In virtù di questa novità, Aime ha costituito anche uno Sportello in grado di offrire la consulenza iniziale, con lo studio e la progettazione di un piano formativo su misura per l’azienda oltre alla garanzia di un’assistenza durante tutto il percorso. Le attività formative saranno erogate e garantite da PerFormarsi, l’Istituto di Formazione per le Imprese creato dalla stessa associazione. L’accesso allo Sportello è su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 nella sede Aime di Varese in Viale Valganna 190, ma è anche possibile fissare un incontro da remoto negli stessi giorni ed orari.

F. Gan.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore