/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 19 giugno 2021, 15:43

Olgiate Olona: Kobe veglia sul campo di basket

Inaugurazione di un nuovo spazio dedicato alla palla a spicchi nel parco Carducci. Il sindaco Montano invita a condividerlo e a custodirlo. Don Giovanni Calastri benedice e va a canestro

Il nuovo campo e, nel video e nelle foto in fondo all'articolo, l'inaugurazione, don Giovanni Calastri e la scultura dedicata a Kobe Bryant

Il nuovo campo e, nel video e nelle foto in fondo all'articolo, l'inaugurazione, don Giovanni Calastri e la scultura dedicata a Kobe Bryant

«Quello che inauguriamo oggi è uno spazio dedicato ad un grande atleta che incarnava il vero spirito dello sport». Queste le parole con cui il sindaco, Gianni Montano, ha voluto introdurre ai ragazzi presenti il nuovo campo da basket dedicato a Kobe Bryant che ha trovato casa all’interno del parco Carducci (vedi video in fondo all'articolo). Situato vicino al campo di pallavolo, a cui l’Amministrazione ha provveduto a sostituire la rete mancante dopo il furto avvenuto qualche settimana fa, il nuovo spazio va a completare una vera e propria area dedicata allo sport che è stata inaugurata ufficialmente nella mattinata di sabato 19 giugno alla presenza del sindaco Montano e del sindaco del Consiglio comunale dei ragazzi, Lara Rossi.

Sappiamo tutti che nello sport è importante non tanto vincere ma provare e impegnarsi al massimo per raggiungere un risultato – ha sottolineato Montano – e in questo l’attività sportiva è lo specchio della vita. Lo sport, però, è anche un gioco, un’attività ludica da compiere insieme all’aria aperta, e mai come in quest’anno abbiamo tutti bisogno di svagarci e socializzare, sempre nel rispetto delle regole». Proprio per regalare ai ragazzi, e non solo, spazi per poter fare attività fisica all’aperto l’amministrazione olgiatese ha investito molto. Quella del parco Carducci, infatti, non è l’unica area dedicata allo sport che è sorta sul territorio negli ultimi anni, basti pensare al percorso di via Morelli o al palazzetto.

«Ci sono anche altre aree che vogliamo riqualificare – ha spiegato il delegato allo sport, Paolo Graziani – e a questo proposito voglio ringraziare gli uffici per il grande impego su questo fronte, senza il quale non saremmo qui oggi. Per i prossimi mesi, poi, Covid permettendo, stiamo anche organizzando dei tornei dedicati a giovani e ai meno giovani che permetteranno di vivere appieno queste bellissime strutture».

Soprattutto il campo da basket, bello lo è davvero. La decisione dell’amministrazione è stata di dedicarlo a Kobe Bryant. Non con una semplice targa ma riportando letteralmente in campo l’atleta, grazie alle sue foto sui tabelloni, ai colori della pavimentazione e alla statua che veglierà sui ragazzi da lì vicino. Si tratta di un’opera donata al Comune dal designer Matteo Meri, mostrata alla cittadinanza per la prima volta questa mattina e benedetta, insieme a due campi, da don Giovanni Calastri, che finita l’inaugurazione, non ha resistito alla tentazione di fare due tiri a canestro insieme ai ragazzi che si occupano dell’animazione in opratorio.

«Queste due aree sono di tutti – hanno concluso Montano e Graziani – quindi è compito di tutti anche prendersene cura, nella speranza che quanto avvenuto in passato non succeda più. Inoltre, proprio perché si tratta di spazi comuni, l’invito è quello di non monopolizzarli ma di lasciare che ciascun gruppo possa trascorrervi del tempo».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore