/ Eventi

Eventi | 20 giugno 2021, 19:39

La pioggia non ferma gli appassionati di vinili. «A Busto tanti collezionisti»

Visitatori ed espositori soddisfatti anche della nuova location – con meno stand per via della pandemia – nel cortile del municipio. L'acquazzone non ha scoraggiato gli appassionati. L’assessore Magugliani: «Appuntamento all’edizione autunnale»

Da sinistra, Angiolino Liguori e Lorenzo Prato

Da sinistra, Angiolino Liguori e Lorenzo Prato

Né la nuova location nel cortile del municipio – con meno espositori per via della pandemia – né il violento acquazzone che nel pomeriggio si è abbattuto su Busto Arsizio (leggi qui) hanno scoraggiato gli appassionati di vinili, che non hanno rinunciato a curiosare tra gli stand della fiera del disco.

È positivo il bilancio della nuova edizione di “Busto in vinile”, manifestazione ormai consolidata che, negli scorsi anni, si teneva al Museo del Tessile.

Stavolta, come detto, la scelta è caduta sul cortile di Palazzo Gilardoni, con ingressi contingentati e senza espositori provenienti dall’estero.

«Siamo soddisfatti– afferma Angiolini Liguori, uno degli organizzatori –. Busto è una bella piazza, ci sono tanti appassionati e l’afflusso lo dimostra. Anche gli espositori sono contenti».

La disposizione “ampia” degli stand sotto i portici del palazzo municipale ha consentito di evitare assembramenti. «La location ci ha permesso di gestire bene la situazione dal punto di vista delle norme legate al Covid – spiega Lorenzo Prato, presidente dell’associazione culturale 33&45 che promuove la fiera –. Logisticamente, la sistemazione precedente risultava più “comoda”, ma anche questa è stata molto apprezzata».

«Sono contenta che anche questa edizione sia stata un successo – sottolinea l’assessore ai Grandi eventi Paola Magugliani –. Nonostante le restrizioni, siamo riusciti a organizzare un appuntamento molto riuscito. Aspettiamo tutti all’edizione autunnale».

A settembre, infatti, è in programma un “bis” bustocco della fiera del disco. L’auspicio è che la situazione epidemiologica continui a migliorare e che si possa fare ritorno nella sale del Museo del Tessile.
Gli appassionati, di sicuro, non mancheranno.

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore