/ Gallarate

Che tempo fa

Cerca nel web

Gallarate | 20 giugno 2021, 16:32

Cassani: «Per l’ospedale unico servono garanzie, non fretta»

Negli ultimi tempi il dibattito sul nuovo ospedale ha subito un’accelerata. Per il sindaco di Gallarate occorrono prima delle rassicurazioni sul presente e il futuro del nosocomio attuale: «Non capisco questa fretta improvvisa mentre si discute la riforma sanitaria»

Il sindaco di Gallarate, Andrea Cassani

Il sindaco di Gallarate, Andrea Cassani

Negli ultimi tempi il dibattito sul nuovo ospedale (o ospedale unico) ha subito un’accelerata.
A Busto Arsizio si è riunita l’apposita commissione per discutere degli ultimi sviluppi (leggi qui); a Gallarate la lista Officina di cura urbana è scesa in piazza con la candidata sindaca del centrosinistra Margherita Silvestrini per dire “no” a questo progetto (leggi qui).

Il sindaco di Busto Emanuele Antonelli spinge invece affinché non ci siano tentennamenti che potrebbero mettere a rischio l’importante stanziamento regionale. «Sono pronto a incatenarmi pur di non perdere i fondi», ha detto in commissione con un’iperbole.

L’omologo gallaratese Andrea Cassani, invece, non ha fretta e attende prima alcune rassicurazioni.
«Ritengo che i soldi non si debbano perdere – osserva –. In Regione Lombardia c’è una maggioranza di centrodestra e quindi mi auguro che i fondi rimangano. Noi stiamo solamente chiedendo da tempo delle garanzie su quello che sarà in questi anni, fintanto che non ci sarà il nuovo ospedale, relativamente a Sant’Antonio Abate. E poi una serie di rassicurazioni che secondo me sono importanti».

«In una fase come questa – prosegue il sindaco di Gallarate – in cui si sta ridiscutendo la legge sulla sanità, non capisco perché mettere eccessiva fretta alle amministrazioni comunali, quando a livello regionale devono dirci ancora quali saranno i nuovi paradigmi della riforma sanitaria».

Cassani precisa che «non siamo contrari all’ospedale unico. Negli ultimi due anni abbiamo approvato due mozioni, una di maggioranza e una di opposizione, che sostanzialmente dicevano che va bene l’ospedale unico, ma vogliamo alcune rassicurazioni. Qualora dovessero arrivare, non c’è alcun tipo di problema nel sostenere il progetto, però vogliamo che l’impegno sul nostro nosocomio – adesso e su quello che sarà di quegli spazi – rimanga inalterato e che vi siano alcune garanzie legate a quello nuovo.
Capisco possa essere difficile fornirle in un momento in cui si discute la riforma sanitaria, quindi sinceramente non comprendo tutta questa fretta improvvisa».

A breve si riunirà a Gallarate una commissione dedicata all’argomento. Il 7 luglio, poi, si terrà una seduta congiunta tra i due Comuni con i responsabili della Regione. Sarà l’occasione per fare maggiore chiarezza e – forse – per ottenere i chiarimenti richiesti dal primo cittadino.

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore