/ Valle Olona

Che tempo fa

Cerca nel web

Valle Olona | 21 giugno 2021, 14:08

Gorla Maggiore, pioggia e vento. Il tetto “nuovo” vola via, residenti increduli

«L'abbiamo fatto nuovo neanche un anno fa, ma come è possibile?» si domanda incredula una residente del condominio ieri scoperchiato dal vento a Gorla Maggiore. Grossi danni e disagi. Ancora senz'acqua calda, primi interventi di ripristino delle canaline e di sigillatura

Gorla Maggiore, pioggia e vento. Il tetto “nuovo” vola via, residenti increduli

Hanno vissuto momenti terribili, quasi incredibili durante l'acquazzone e il temporale con pioggia e vento di ieri, domenica 20 giugno (LEGGI QUI). E sono rimasti increduli i residenti del palazzone in via Sacco e Vanzetti a Gorla Maggiore nel vedere il tetto della loro casa staccarsi e volare in mezzo al cortile condominiale, in strada e pure nei giardini delle villette confinanti. Spazzato via dal vento, come fosse un foglio di carta velina. «Eppure l'abbiamo fatto nuovo neanche un anno fa, ma come è possibile?» si domanda incredula una residente del complesso, che vuole mantenere l'anonimato. «Mio marito si è subito accorto del disastro - prosegue - non volevo crederci, poi ho visto i pezzi del tetto cadere per terra. Era tutto vero, purtroppo».

Nessuno ha dovuto lasciare casa, ma chi ha subito i danni maggiori sono i residenti dell'ultimo piano, il terzo. A loro è piovuto in casa e sono tuttora senz'acqua calda. Tra l'altro, in un appartamento, vive pure un'anziana di 95 anni. Anche le antenne tv e le canaline di scolo sono state spazzate via dal vento. Al prossimo temporale (o “semplice” pioggia) i residenti di via Sacco e Vanzetti temono nuovi (grossi) danni. «Il tetto è una piscina – riprende la residente, facendoci immaginare la situazione che stanno vivendo – la prossima volta che pioverà, avremo l'acqua in casa».

Purtroppo la pioggia è annunciata. I residenti sono in contatto assiduo, da questa mattina, con l'amministratrice del condominio. Nel pomeriggio sono previsti i primi interventi per tamponare al meglio la situazione. Saranno necessari una sigillatura ermetica del tetto, con una guaina, e un ripristino, almeno parziale, delle grondaie e dei pluviali, per permettere all'acqua piovana di convogliare a terra. E non in casa delle persone. Perché i residenti di via Sacco e Vanzetti a Gorla Maggiore hanno già vissuto una situazione terribile e incredibile domenica sera. Da rimanere increduli anche per i lavori fatti soltanto un anno fa.

Alessio Murace

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore