/ Valle Olona

Valle Olona | 25 giugno 2021, 17:08

Al parco dei Platani di Castellanza anche le panchine di Telefono Amico

Un segno tangibile della presenza dell’associazione, nella speranza di venire in contatto e sostenere chi si trova in difficoltà

Inaugurate le nuove panchine "adottate" da Telefono Amico

Inaugurate le nuove panchine "adottate" da Telefono Amico

Quella dell’arco non è stata l’unica inaugurazione al parco dei Platani di Castellanza (leggi qui). Sempre all’interno del parco, infatti, sono stati rivelati alla cittadinanza alcuni arredi molto speciali installati grazie a due importanti collaborazioni.

Si tratta di tre panchine “adottate” dai volontari del centro di Busto Arsizio del Telefono Amico, che hanno voluto lasciare sul territorio questo segno tangibile della loro presenza, nella speranza che ciò possa servire ad essere rintracciati più facilmente da chi si trova in difficoltà e necessità di un sostegno.

«I volontari – spiega la presidente del centro Maria Antonietta Ferrario – sono sempre pronti a rispondere al telefono per venire incontro ai bisogni delle persone; è per questo che abbiamo voluto “adottare” queste panchine, sulle quali si trova il nostro numero, nella speranza che questo messaggio possa raggiungere i castellanzesi che ne hanno bisogno».

Sulle tre panchine, situate sotto un gazebo nelle vicinanze dell’ingresso più vicino alla clinica Humanitas Mater Domini, infatti, sono state scritte alcune frasi che incarnano lo spirito del Telefono Amico, seguite dal numero da contattare in caso di bisogno.

Ma questo non sarà l’unico modo in cui i volontari dimostreranno la loro vicinanza alla citta: «Noi volontari – prosegue la presidente Ferrario – compatibilmente con le nostre possibilità passeremo qui ogni tanto; la speranza è quella di poter incontrare i castellanzesi e essere una testimonianza in prima persona dei servizi che offriamo».

Ma la collaborazione dei volontari del Telefono Amico non è stata l’unica a rendere possibile la posa delle tre nuove sedute; durante i lavori, infatti, alcuni ragazzi che abitualmente frequentano il parco si sono incuriositi e si sono avvicinati a chi stava togliendo i vecchi arredi.

Da questo primo incontro è nato un interesse verso l’iniziativa che ha portato i giovani castellanzesi a rimboccarsi le maniche e ad aiutare gli adulti in tutti i lavori che hanno portato all’inaugurazione.

«È stato bellissimo vedere come questi ragazzi sia siano fatti coinvolgere nella nostra iniziativa – sottolinea la presidente Ferrario – a loro vanno tutti i nostri complimenti e i nostri ringraziamenti.

Abbiamo voluto omaggiare i loro sforzi donandogli un pallone, uno strumento di gioco e di svago da poter utilizzare in questo spazio che al gioco e allo svago è dedicato».

Il caso ha voluto che questi ragazzi fossero presenti al parco dei Platani anche al momento dell’inaugurazione delle panchine e, una volta venuta a conoscenza del fatto, la prima cittadina castellanzese ha insistito perché partecipassero attivamente anche al momento è stato rivelato ai castellanzesi il frutto dei loro sforzi e di quelli dei volontari.

«In primo luogo da parte mia e dell’amministrazione vorrei ringraziare i ragazzi e i volontari per quello che hanno fatto – conclude il sindaco di Castellanza Mirella Cerini – il periodo che abbiamo attraversato è stato difficile per tutti e ha fatto emergere molte situazioni di fragilità.

Questo spazio è molto utilizzato dai nostri concittadini, ed è per questo che abbiamo voluto che queste panchine fossero installate qui, per far conoscere questa importante realtà a chi ha bisogno di chiedere aiuto».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore