/ Valle Olona

Valle Olona | 04 luglio 2021, 13:14

Castellanza, i volontari raccolgono i rifiuti: «La città è nostra, teniamola pulita»

Due progetti, “Innovaverde-pulendo-rinnovando” di Casaringhio e “La città è la nostra casa-operazione città pulita” dell’amministrazione, un obiettivo comune: sensibilizzare i cittadini sul tema del contrasto all’abbandono dei rifiuti

Due iniziative per contrastare l'abbandono dei rifiuti

Due iniziative per contrastare l'abbandono dei rifiuti

«La città è nostra, teniamola pulita!». È questo lo slogan che ha riunito nella mattinata di domenica 4 luglio due progetti che hanno come scopo quello di sensibilizzare al cittadinanza sul problema dell’abbandono dei rifiuti.

Si tratta del progetto “Innovaverde-pulendo-rinnovando” di Casaringhio e del progetto “La città è la nostra casa-operazione città pulita” portato avanti dall’amministrazione castellanzese, che si sono sovrapposti per un giorno grazie all’incontro delle due realtà.

«Quando i volontari di Casaringhio ci hanno proposto quest’iniziativa – spiega il vice sindaco Cristina Borroni – abbiamo subito aderito con entusiasmo; momenti come questo, infatti, si integrano perfettamente con quanto stiamo portando avanti negli ultimi mesi, con l’intento di mettere in campo azioni di sensibilizzazione e di stimolo nei confronti dei cittadini sul tema del contrasto all’abbandono dei rifiuti».

L’appuntamento, quindi per domenica mattina di fronte alla piazzola ecologica del comune di Castellanza, dove i volontari provenienti anche da fuori comune si sono ritrovati per ricevere le necessarie indicazioni e partire poi a ripulire le aree verdi e boschive nelle vicinanze.

«Negli ultimi mesi abbiamo attivato questo progetto anche in altri comuni – racconta la presidente dell’associazione Casaringhio Sara Vega – come ad esempio Busto Arsizio e Cassano, e siamo felici di aver avuto la possibilità di essere qui oggi a Castellanza.
Con questo piccolo, ma grande, gesto, ci proponiamo di attirare l’attenzione sul problema dell’abbandono dei rifiuti».

Due iniziative, dunque, che hanno lo stesso fine: far capire alle persone che la città è la casa di tutti, e come tale va trattata e curata. Se a casa nostra non ci sogneremmo mai di abbandonare i rifiuti a terra, perché farlo nei boschi e nelle strade?

«Attraverso momenti di questo tipo – prosegue l’assessore Borroni – intendiamo coinvolgere tutte le persone che desiderano ripulire in gruppo le aree della città in cui più spesso si verificano fenomeni di abbandono dei rifiuti, promuovendo in questo modo la cittadinanza attiva e l’educazione civica; valorizzando, al contempo, la città e favorendo la crescita del senso di comunità».

Senso di comunità che non si limita alla pulizia delle aree verdi, ma che in questo caso ha voluto fare un passo in più per cercare di aiutare anche le attività del territorio.

«Per Castellanza – conclude Sara Vega – abbiamo voluto andare oltre e organizzare un pranzo presso la Corte del ciliegio; lo scopo è quello di concludere la mattinata tutti insieme e allo stesso tempo di compiere un gesto concerto per aiutare quelle realtà che hanno sofferto negli ultimi mesi».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore