/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 15 luglio 2021, 12:29

Il mondo della montagna piange il gallaratese Lorenzo Scandroglio

Giornalista e scrittore, autore e traduttore, si è spento dopo un malore che lo aveva colpito all'Alpe Veglia, dove era rifugista. A lui si deve la nascita del festival letterario del Lago Maggiore “Letteraltura”

Il mondo della montagna piange il gallaratese Lorenzo Scandroglio

Non ce l'ha fatta Lorenzo Scandroglio. Il cinquantaduenne gallaratese si è spento questa mattina all'ospedale di Novara, dove si trovava ricoverato da giorni in gravissime condizioni per un malore che lo aveva colpito all'Alpe Veglia, mentre era al al lavoro come rifugista al Città di Arona.

E' grande il cordoglio in Ossola, dove da anni si era trasferito (era originario di Gallarate) per assecondare la passione per la montagna. Alpinista, volontario del soccorso alpino, Lorenzo era anche impegnato nel settore della cultura. Giornalista  e scrittore, autore e traduttore per Jaka Book Neri Pozza e altri editori, a lui si deve la nascita del festival letterario del Lago Maggiore “Letteraltura”.

In passato è stato capo redattore della rivista Alp e ha realizzato reportage alpinistici dal Pakistan per Radio Popolare e La7. Di recente, tra gli altri impegni, ha curato l’introduzione del libro “Una vita fra le cime”, della guida alpina Donato Nolè.

da OssolaNews.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore