/ informazioneonline.it

informazioneonline.it | 25 luglio 2021, 08:28

Martinenghi, il grande salto dell'uomo-rana: è finale olimpica con record italiano! «Fino a ieri la guardavo su youtube, ora me la godrò fino alla fine»

Nicolò trascina Azzate, la provincia di Varese e l'Italia nella finale dei 100 rana della prossima notte con una prestazione superlativa: solo il "mostro" inglese Peaty e il fenomenale olandese Kamminga hanno ottenuto tempi migliori. «Cercherò di divertirmi e poi vedremo»

Foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale della Federazione Italiana Nuoto

Foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale della Federazione Italiana Nuoto

«Fino a ieri guardavo le finali su youtube, ora sono io a disputarla dopo averla sognata ad ogni allenamento. Me la godrò fino alla fine, cercherò di divertirmi e poi vedremo».

Un uomo-rana trascina Azzate, la provincia di Varese e l'Italia in una finale olimpica da sogno. E così la prossima notte sarà difficile dormire in attesa dell'ultimo atto dei 100 rana ai Giochi, previsto alle 4.12, dove Nicolò Martinenghi accede arrivando come un treno, battendo sé stesso e cioè stabilendo il nuovo record italiano in una semifinale chiusa in 58"28 con il terzo tempo assoluto, dietro solo al "mostruoso" principe delle piscine inglese campione in carica di tutto, Adam Peaty (57''63), e all'altrettanto fenomenale olandese Arno Kamminga (58''28). 

Nicolò compirà 22 anni il prossimo 1° agosto ma le sue parole profumano di magia, solidità mentale, predestinazione: «Sono contentissimo per il terzo posto complessivo, per una semifinale calibrata al meglio e per il record. Sono molto soddisfatto - dice Tete, tesserato per il CC Aniene - Ieri sono andato a dormire tardi, tra scioglimento, massaggi, cena; questa mattina alle 7 ero sveglio. Comunque sono due anni e mezzo che mi sveglio alle 6.40 e quindi non ho particolari difficoltà a carburare. Credo che queste finali siano una prova di maturità e personalità per tutti - chiude Martinenghi - per tutti perché si svolgono in un contesto di grande difficoltà ambientale».

La prossima notte in tanti saranno svegli insieme a Nicolò, pronti a un ultimo, "impossibile" salto. Provaci ancora, uomo-rana. 

A.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore