/ Cronaca

Cronaca | 08 agosto 2021, 15:47

Filma la partner durante un rapporto intimo e la ricatta, 40enne arrestato per estorsione

La donna non ha ceduto all'imbarazzo ed ha spiegato i fatti ai carabinieri di una stazione del Legnanese, incastrando e facendo arrestare il suo estorsore. Il 40enne pretendeva dalla vittima cinquemila euro in contanti per non divulgare il video

Filma la partner durante un rapporto intimo e la ricatta, 40enne arrestato per estorsione

Filma la partner durante un rapporto intimo e la ricatta, minacciandola di divulgare il video in rete.

I carabinieri della Compagnia di Legnano hanno arrestato, venerdì 6 agosto, per estorsione, un cittadino albanese 40enne, nullafacente e coniugato. Nei giorni precedenti, una connazionale cinquantenne, vedova, si era presentata in una stazione dei carabinieri del Legnanese ed in lacrime aveva raccontato al comandante di aver conosciuto il quarantenne con il quale aveva avuto più rapporti sessuali consenzienti. La donna non ha ceduto all'imbarazzo ed ha spiegato i fatti ai militari, incastrando e facendo arrestare il suo estorsore.

Il 4 agosto, durante un rapporto orale, il partner l’aveva ripresa con il proprio cellulare. Immediatamente dopo l’uomo aveva cambiato atteggiamento, minacciando di divulgare il video sui social network e di inviarlo ai familiari di lei. Non pago, aveva preteso 5.000 euro in contanti. Senza quella somma avrebbe reso “pubblico” il rapporto intimo.

Con l’assenso della donna e previa autorizzazione del Pubblico Ministero della Procura di Busto Arsizio, Nadia Calcaterra, i carabinieri hanno nascosto dei microfoni addosso alla donna ed hanno organizzato un appostamento nel luogo in cui sarebbe avvenuta la cessione del denaro. Nel giorno e nel luogo concordati, l’uomo si è presentato all’appuntamento, ricevendo dalla cinquantenne le banconote che i militari avevano precedentemente “segnato”. Vedendosi consegnare solo una parte dei soldi, l'uomo ha nuovamente minacciato la connazionale, richiedendo immediatamente altro denaro. 

A quel punto è scattato il blitz dei carabinieri. Al momento dell’arresto il quarantenne aveva ancora il denaro in una mano e nell’altra il cellulare, dov'è stato trovato il video che, dai primi accertamenti, non risulta essere stato divulgato via social network o messaggistica. L’uomo, nel frattempo, è stato condotto in carcere a Busto Arsizio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore