/ Legnano

Legnano | 12 settembre 2021, 18:06

Legnano torna a scuola con il sogno dei prof: «Mai più in Dad, vogliamo stare con i nostri ragazzi»

L'auspicio comune è di un anno sicuro e in presenza continua. Viaggio tra sfide e aspettative dei docenti

Legnano torna a scuola con il sogno dei prof: «Mai più in Dad, vogliamo stare con i nostri ragazzi»

Il ritorno a scuola per gli studenti rappresenta la sfida che si perpetua ogni anno per i docenti, chiamati nel loro difficile ruolo di educatori e formatori. L’inizio dell’anno scolastico 2021/2022, si rivela piuttosto critico per il rischio del ritorno dei contagi Covid e per uno scenario normativo sempre più complesso. Abbiamo colto le impressioni di alcuni docenti impegnati nelle scuole legnanesi. 

Giovanni Padalino, docente di scienze motorie Carlo Dell’Acqua di Legnano: «Inizia un nuovo anno scolastico con la speranza che ci sia un'attività in presenza continua, molto importante sia dal punto di vista didattico che sociale. Essendo un insegnante di scienze motorie, l'auspicio è quello che si ritorni a svolgere anche la pratica sportiva di squadra, l'anno scorso sospesa causa pandemia. Voglio fare un grande augurio ed in bocca al lupo ai colleghi, agli studenti e a tutto il personale scolastico».

Annamaria Buono docente di matematica all'Ics via dei Salici di Legnano: «Si apre un nuovo anno scolastico, all’insegna di circolari da leggere e protocolli da applicare nel giro di poche ore. Da insegnante osservo all’interno della scuola un’efficienza e una resilienza che mai mi sarei aspettata negli scorsi anni. Rimane il dubbio che chi decide al Ministero potesse fare di più, come per esempio concedere classi meno numerose. Ci si poteva sforzare di dare indicazioni con maggiore anticipo, in modo tale da stressare meno i lavoratori della scuola. Si poteva lavorare di più e meglio sui trasporti.  Abbiamo fatto il massimo che era possibile a livello organizzativo e i nostri alunni e le loro famiglie se lo meritano sicuramente». 

Rita  De Lorenzis docente all'Ic Carducci,  plesso Toscanini Legnano: «Il 13 settembre inizia un nuovo anno scolastico "in presenza ". Non è sicuramente un "primo" qualsiasi giorno di scuola, sarebbe riduttivo in questo momento definirlo così.  Chi avrebbe mai pensato, ad esempio, fino a un anno e mezzo fa, di dover, prima di tutto, preparare i bimbi di prima elementare alle regole anti Covid? Per noi docenti e per i nostri alunni, in tempo di pandemia, tra gel disinfettante all’ingresso, nastro adesivo in terra per facilitare il distanziamento sociale, mascherine ecc. È diventata una sfida che tenteremo di vincere anche quest'anno. Ma il primo giorno di scuola è, per me, prima di tutto il rinnovarsi di un diritto che oltre all'istruzione e alla formazione, racchiude in sé il diritto alla socialità e alla relazione. Mi auguro un nuovo anno "sicuro" per tutti coloro che frequentano gli edifici scolastici; soprattutto spero davvero, che la normalità torni far parte della nostra vita scolastica perché possiamo rimettere al centro dell'attenzione la qualità della formazione che offriamo ai nostri piccoli studenti».

Serena Brigante, legnanese, docente di Laboratorio moda all’Istituto superiore di Inveruno: «Auspico un anno ricco di crescita ed educativo per i nostri ragazzi, con la speranza di non tornare mai più in Dad perché appiattisce la conoscenza, la socialità e non crea nessun legame costruttivo e formativo tra docenti e studenti e gli stessi. La mia scuola è incentrata su opportunità di crescita professionale in ambito laboratoriale, dove si creano progetti, spettacoli e sfilate moda per cooperare su un territorio "fertile" di opportunità per i nostri giovani (tante aziende moda chiedono personale specializzato da assumere). Inoltre diventa un gancio per i professionisti del domani:  ogni allieva  crea una idea che vede realizzare sul manichino attraverso metodi artigianali e semi-industriali,  per mantenere vivo il valore autentico del Made in Italy che è costantemente copiato e riprodotto all'estero».

Raffaele Specchia

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore