/ Politica

Politica | 13 settembre 2021, 20:19

Decoro o degrado? Questo il dilemma per i 5 Stelle sul verde a Busto

Claudia Cerini: «Sui social si moltiplicano le lamentele per l'incuria. Perché non si usa chi prende il reddito di cittadinanza?»

Claudia Cerini

Claudia Cerini

«Sulle pagine facebook cittadine si moltiplicano le lamentele per l’incuria dei marciapiedi e della manutenzione del verde in città». Così i 5 Stelle a Busto si interrogano su Busto: decoro o degrado?

Annotando: «Antonelli puntualmente risponde ringraziando per la segnalazione e affermando che segnalerà agli uffici.Ma è normale che il sindaco di una città di oltre 80.000 abitanti abbia bisogno di fare da passacarte tra i cittadini e gli uffici? Non dovrebbe esserci un piano di gestione del verde già predisposto e funzionante?Parchi e giardini dove l’erba cresce incontrastata, fontane e laghetti senz’acqua o in condizioni pessime, marciapiedi dissestati che hanno causato più di una caduta, aree cani mal tenute».

Poi il giudizio del movimento con Claudia Cerini: «Questa è la città allo stato attuale nonostante la scorsa campagna elettorale del centrodestra fosse incentrata sul decoro. Alle segnalazioni dei cittadini si sommano a quelle di Legambiente, come la denuncia degli alberi morenti lungo la Via XX settembre, dei nuovi peri ornamentali lasciati senz’acqua.  Mi piacerebbe sapere come mai ancora non sono stati attivati i progetti di pubblica utilità per i percettori di reddito di cittadinanza, in quanto la nostra mozione, emendata dalla Lega e votata all’unanimità del consiglio, chiedeva proprio di prevedere che i percettori del reddito di cittadinanza potessero essere impiegati nelle attività di cura dei parchi e delle aree gioco.A Busto le tasse negli ultimi anni sono continuamente aumentate, ma i servizi non sembrano migliorati».

I.P.E.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore