/ Scuola e ricerca

Scuola e ricerca | 13 settembre 2021, 14:25

Fontana: «Tamponi gratuiti per bambini dai 6 agli 11 anni»

Lo ha detto il presidente della Regione intervenuto al primo giorno di scuola in un istituto milanese: «I ragazzi di quella fascia d'età potranno eseguire screening gratis di controllo nelle farmacie ogni 15 giorni»

Fontana: «Tamponi gratuiti per bambini dai 6 agli 11 anni»

Ripresa in sicurezza, nuovo finanziamento della Dote Scuola per rispondere a tutte le necessità delle famiglie lombarde, possibilità per tutti i ragazzi da 6 a 11 anni di effettuare tamponi di controllo gratuitamente nelle farmacie ogni 15 giorni, invito a «rimuovere i dubbi che ancora hanno» coloro che non si sono sottoposti a vaccinazioni per una ancora più ampia copertura della popolazione con il siero anti-Covid.

Questi i temi dell'intervento del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana che ha scelto l'istituto "Primo Levi" di Milano per portare simbolicamente il suo saluto e l'augurio di buon lavoro a tutti gli studenti lombardi.

Il governatore ha sottolineato che «Regione ha appena approvato in giunta regionale misure straordinarie che daranno totale riscontro positivo alle richieste pervenute per il finanziamento della Dote Scuola 2021-2022, integrando le risorse ripartite dallo Stato e già integrate da risorse Regionali, con ulteriori 9.196.000 milioni di fondi totalmente regionali».

In Lombardia, in vista del rientro a scuola a settembre, sono state  programmato le attività di screening. «Oltre, dunque, al piano di misure nazionale - ha rimarcato Fontana - abbiamo impostato la possibilità per tutti i ragazzi da 6 a 11 anni di effettuare tamponi di controllo gratuitamente nelle farmacie ogni 15 giorni. Si attiverà invece la sorveglianza nel caso di rilevazione di caso scolastico e saranno utilizzati i tamponi salivari per i controlli a tappeto, un metodo certo meno invasivo e più facile da proporre ai più piccoli. Parallelamente saranno effettuati tamponi salivari periodici a classi campione».

«In Lombardia, dove le vaccinazioni vanno avanti velocemente - ha detto ancora il presidente della Regione - abbiamo la prima dimostrazione di quanto siano utili. Rispettando dunque la libera scelta di tutti, io dico che ci sono molte libertà, tra queste quella di vaccinarsi; è incontestabile che oggi la libertà non ce la toglie chi ci propone un vaccino, ma il virus. È il virus che ci ha tolto e ci sta togliendo molte libertà. Combatterlo, in tutti i modi, vuol dire riacquistare quelle libertà che da troppo tempo non abbiamo».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore