/ Gallarate

Gallarate | 17 settembre 2021, 09:00

Obiettivo Comune Gallarate sull’ospedale: «Tema importantissimo, si faccia un referendum»

Massimo Gnocchi, candidato sindaco della lista civica, rilancia la proposta promossa prima della pandemia. Per lui, «è un bene investire nella sanità, ma aggiungendo, non togliendo. Quindi sì a un ospedale nuovo, no a un ospedale unico»

Massimo Gnocchi davanti all'ospedale di Gallarate

Massimo Gnocchi davanti all'ospedale di Gallarate

Quello dell’ospedale unico è un tema che sta particolarmente a cuore a Obiettivo Comune Gallarate e al candidato sindaco Massimo Gnocchi.

La lista civica ha di recente chiesto di mettere l’argomento al centro del dibattito della campagna elettorale in corso, e Gnocchi si è detto favorevole a un confronto pubblico fra i candidati (leggi qui).

Su questo tema, «la nostra posizione è molto chiara e lo è da anni – ricorda il candidato di Obiettivo Comune –. Nel 2017 protocollammo all’attenzione di tutti i consiglieri comunali e del sindaco la proposta di indire un referendum consultivo allo scopo di chiedere ai cittadini di Gallarate di esprimersi su questa opportunità.
Purtroppo non abbiamo ricevuto risposte e lo scorso maggio abbiamo reiterato questa domanda, ma invano».

Ora, prosegue Gnocchi, «trattandosi di una tematica di grandissimo rilievo e interesse, ancor di più dopo la pandemia, l’abbiamo inserita tra i punti principali del programma della nostra lista civica. Riteniamo infatti sia importante riconquistare il diritto di decidere su questioni così importanti.
Ogni voto che verrà dato alla nostra lista sarà un voto nella direzione di riprendere il nostro diritto di decidere che cosa fare e non fare a proposito della nostra salute».

Obiettivo Comune intende quindi dare la parola ai cittadini attraverso un referendum consultivo.
Da parte sua, Gnocchi si dice favorevole a un nuovo presidio, «ma senza abbandonare quelli esistenti. Siamo quindi contrari quindi a un ospedale unico, ma favorevoli a un ospedale nuovo, che sia in più rispetto ai nosocomi di Busto e Gallarate che già esistono. Bene investire nella sanità, ma aggiungendo, non togliendo».

I.P.E.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore