/ Eventi

Eventi | 26 settembre 2021, 16:31

In coda per la Traviata: «Grazie Busto»

La città ha risposto con entusiasmo a questo regalo per i 130 anni del Teatro Sociale "Delia Cajelli". Luca Galli: «Con la buca degli orchestrali acustica splendida»

In coda per la Traviata: «Grazie Busto»

Una marea di ombrelli, una tavolozza di entusiasmo sotto il porticato e anche sotto la pioggia per prendersi e offrire allo stesso tempo un regalo al Teatro Sociale "Delia Cajelli". Uno spettacolo nello spettacolo, in coda (distanziata) per la Traviata.

Oggi, domenica 26 settembre, Busto Arsizio ha risposto in massa alla chiamata del teatro, che voleva festeggiare i suoi 130 anni così. Con un'opera verdiana, proprio com'era accaduto il 27 settembre 1891 (allora fu "La forza del destino"). 

Un destino così intrecciato, quello del teatro e della lirica, che poi si era via via stemperato. Ma per il compleanno, si è voluto riproporre il rapporto privilegiato offrendo appunto quest'opera. Un dono "su misura", perché questa Traviata, nata ed allestita specificatamente per l’evento del Teatro Sociale, è stata eseguita dal Coro e Orchestra dell’Opera di Busseto con 15Orchestra Sinfonica e vanta la collaborazione dell’Associazione Adads (Accademia Dell’Arte Dello Spettacolo). Un debutto prestigioso, per cui Busto ha espresso riconoscenza nella maniera più bella: con la sua presenza.

Sono piovute, in questa giornata uggiosa, le prenotazioni. E regalo nel regalo, ecco la riapertura della buca degli orchestrali, per un'acustica «splendida», osserva Luca Galli (Fondazione comunitaria del Varesotto) nel ringraziare Busto.

GUARDA IL VIDEO

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore