/ Politica

Politica | 27 settembre 2021, 20:04

Maggioni lancia il programma «Qui non ci sono chiacchiere, noi facciamo crescere la città»

A Busto il candidato sindaco del centrosinistra promette: «Io sarò il garante della coalizione». Gli impegni spiegati da ogni lista. VIDEO E PROGRAMMA IN ALLEGATO

Da sinistra Cerini, Maggioni, Pedotti, Barcucci

Da sinistra Cerini, Maggioni, Pedotti, Barcucci

«Il sindaco attuale dice che lui lavora e noi facciamo chiacchiere. Ma tutte le cose realizzate e vendute come risultato di questa attiva amministrazione sono partite a marzo… quando il consiglio sarebbe decaduto, se non ci fosse stato il Covid. Noi abbiamo un programma elaborato con profonda condivisione e io sarà il garante di questa coalizione». A Villa Calcaterra Maurizio Maggioni presenta il programma ma si annuncia anche «esplicitamente polemico» contro il sindaco Antonelli.

Ad esempio citando gli incontri dell’ultima ora con i condomini per risolvere i problemi.«Il nostro lavoro è di tutt’altro spessore – ha detto Maggioni – Lo presentiamo ora, perché ogni gruppo ha elaborato le proprie proposte e poi abbiamo fatto il tour dei quartieri per capire i problemi della popolazione».

Dal patto per il cambiamento che traccia priorità a un programma «molto più ampio perché dobbiamo pensare di far crescer questa città. Io intendo essere il garante di questa coalizione, comunque vada».

GUARDA IL VIDEO

Bisogna prevedere azioni importanti e un «continuo dialogo con la città, facendo la differenza rispetto all'amministrazione attuale» osserva Claudia Cerini (Movimento 5 Stelle). Questo per una Busto «che è rimasta pressoché ferma per 10-15 anni, ha perso terreno e oggi si sta un po' risollevando grazie ai fondi del governo Conte. Noi prevediamo progetti a breve e lungo termine». Grande attenzione, ad esempio, alla governance e alle misure per le imprese.

GUARDA IL VIDEO

Nel mirino anche una zona industriale storicamente senza servizi, si vuole una città su misura di famiglie e aperta all'innovazione, a partire dalla fibre. E ancora, un ufficio per seguire i progetti europei, il decoro urbano, il caro affitti su cui intervenire.

Andrea Barcucci (Europa Verde) insiste sulla rigenerazione e afferma che bisogna far sì che «Busto non diventi come Venezia, senza neanche il Mose». Fondamentale poi il collegamento tra i parchi, una rete che migliori la qualità della vita.

GUARDA IL VIDEO

Il segretario del Pd Paolo Pedotti interviene sull'aspetto del welfare, creando anche un assessorato alla persona. «Ma anche sulla formazione e sulla povertà crescente, fenomeno su cui si fa veramente poco, sul degrado delle periferie». Che va contrastato sia con opere di aggregazione sia con vigili di quartiere.

GUARDA IL VIDEO

Non mancano frecciate alle azioni annunciate dalla Lega sull'"albergo diffuso" a Sacconago, quando c'era il ministro Garavaglia: «Boutade elettorale - dice Maggioni - Qui bisogna dettagliare sulle esigenze precise».

E a proposito di Sacconago, molto si batte sul tasto della zona industriale senza un autobus, senza un banca, senza un supporto nonostante tutto.

Il programma è stato pubblicato su internet. Lo trovate in allegato.

Files:
 Programma-dettagliato-coalizione (314 kB)

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore