/ Storie

Storie | 28 settembre 2021, 07:00

«Avete fatto del bene divertendovi. Grazie, "ragazzi" del Giro dei Campioni»

La riconoscenza dell'Aspi e della Uildm, il tifo in crescendo da Legnano, una maglia che trabocca di autografi: l'ultima tappa minuto per minuto. E sono diventati pure materia di studio. LE FOTO E I VIDEO

«Avete fatto del bene divertendovi. Grazie, "ragazzi" del Giro dei Campioni»

Nel rush finale hanno conosciuto anche un campione olimpico, oltre che la figlia di Gimondi; hanno tenuto una lezione non in Dad bensì... “Dib” (Didattica in bici) diventando pure materia di studio. Tengono stretto un tesoro - una maglia piena di autografi - e molto altro che non si può toccare, ma è altrettanto inestimabile.

Dopo l’arrivo a Legnano di Enzo Tesoro, Massimo Monti, Roberto Damiani, Iose Porta, Angelo Bucci e Giorgio Bittanti - avvenuto lunedì 27 settembre poco prima delle 15.30 - gli amici del Giro dei Campioni rivivono tre momenti vibranti.

Tris di emozioni

«Il primo è stato un incontro olimpico e storico – osserva Enzo -  Olimpico perché abbiamo incontrato Simone Consonni recente vincitore dell’inseguimento maschile. Storico l’incontro con Norma Gimondi figlia del leggendario Felice e particolare quello con Giordano Beretta meccanico per 35 anni della Bianchi».

Quindi il bis: «L’incontro con la classe 3d della scuola media Dante Alighieri guidata dal professor Michele Cattaneo. Abbiamo scoperto  che faranno la tesina sul nostro viaggio unendo le varie materie didattiche (geografia, storia, scienze ma anche matematica)».

Certo, poi c’è l’arrivo davanti al Comune, accolti dall’assessore Guido Bragato, che ben presto si tramuta in un rito: sedersi ad un tavolo con i supporter a reintegrare i liquidi persi con una birra, si spiega ridendo.

«In quel momento Sergio ha proposto il prossimo viaggio che sarà… ve lo diremo prossimamente» assicura Enzo.

«Oggi 106 chilometri, partendo da Capriolo e arrivando a Bergamo per i nostri incontri importanti – rileva Massimo  - Non è da tutti i giorni conoscere un campione olimpico, anche lui si dimostrato molto disponibile, autografo sulla maglia da lui  e dalla figlia di Gimondi».

Il tifo e la scuola

In tutto questo incassano un tifo speciale: ricordiamo che i legnanesi hanno corso per sostenere Aspi e Uildm. Rosanna Carnovali, presidente dell’associazione impegnata contro il Parkinson, commenta: «È stato bello vedervi tutti insieme, vi ho seguiti sempre. Vi siete divertiti come dei ragazzi, si è sempre giovani quando si ha voglia di fare, anche del bene. Bravi, vi ho visti stanchi ma contenti».

Ecco che i "ragazzi" conquistano ragazzi. In un'immagine, quella lezione - non - a distanza: «Il professore che, grazie alla sua passione per l'insegnamento, fa vivere agli alunni della 3d della scuola media Dante Alighieri di Cerro Maggiore, tramite un viaggio di quattro pedalatori, un'esperienza di studio diverso». Dopo il collegamento di lunedì 20 settembre, gli atleti hanno voluto fare tappa all'istituto, l'ultima prima di arrivare in piazza San Magno a Legnano.

«Il prof. prendendo spunto del nostro viaggio ha stimolato i ragazzi - spiega Enzo - sino al punto che faranno un percorso di studio che li porterà ad eseguire la tesina del diploma unendo le varie materie didattiche geografia, storia, scienze, biologia, matematica e quanto altro quel magnifico/diabolico professore gli verrà in mente. Grazie Michele Cattaneo per questa altra chicca che ci hai regalato».

Verso un altro sogno

Missione compiuta per questi amanti della bici in oltre 1.500 chilometri tra magnifiche località italiane, ricche di storia. Una squadra ancora più ampia di quella tosta che si è vista in bici, perché si poteva contare sul sostegno costante da casa, da parte delle famiglie e di amici come Sergio Venturini e Valerio Borghi. Ma poi tanti hanno seguito i legnanesi sui social.

Hanno pedalato anche loro, virtualmente, chi un tratto, chi a lungo insieme, chi fino all'ultimo chilometro, condividendo la fatica e i sorrisi sotto la pioggia e il sole, sempre o quasi controvento. Fieri di veder viaggiare il nome di Legnano così e in attesa di partire verso un altro sogno.

GUARDA IL VIDEO

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore