/ Legnano

Legnano | 04 ottobre 2021, 07:30

Legnano, la scuola calcio Santi Martiri Pulcini riprende a giocare: «Continuate a divertirvi»

Il mister Francesco Nativo: «Gli iscritti sono aumentati, probabilmente per la voglia dei bambini e dei genitori di lasciarsi alle spalle giornate intere passate in casa»

Legnano, la scuola calcio Santi Martiri Pulcini riprende a giocare: «Continuate a divertirvi»

Anche per i più piccoli è tempo di tornare alla normalità del “gioco” sul campo, dove si impara a fare squadra e a divertirsi. I bambini già penalizzati dalla Dad hanno sofferto la mancanza del calcio, lo sport per eccellenza più seguito nel nostro paese. Ora che la nostra Nazionale è diventata campione di Europa, i pulcini saranno ancora più galvanizzati nel correre sui campi e sentire la voce di quel pallone che rotola sull’erba.

Mister Francesco Nativo, della scuola calcio Santi Martiri Pulcini, racconta la ripresa dei suo piccoli campioni, la loro voglia di sport e le misure di sicurezza adottate.

Come sta andando la ripresa degli allenamenti?

Abbiamo ormai già ripreso praticamente a pieno regime con buone prospettive per l’immediato futuro, grazie soprattutto all’ entusiasmo dei bambini che probabilmente non vedevano l’ora di tornare a giocare a calcio.

Quali sono le maggiori difficoltà che stanno incontrando i ragazzi?

Ho visto le difficoltà solo un po’ all’inizio, in quanto lo stop forzato aveva fatto perdere un po’ quello che si era costruito nel pre covid; ma il loro entusiasmo li ha fatti tornare come prima.

Avete avuto un calo degli iscritti oppure notate un ritorno di passione per il calcio?

Gli iscritti inverosimilmente sono aumentati, probabilmente per la voglia dei bambini e dei genitori di lasciarsi alle spalle giornate intere passate in casa.

Ci sono genitori preoccupati per il covid, che hanno timore nel mandare i ragazzi a calcio. Quali misure state adottando per questo nuovo scenario?

Abbiamo adottato il controllo temperatura corporea, richiediamo dichiarazioni settimanali sulle condizioni fisiche dei bambini.  Cerchiamo di mantenere le distanze minime con allenamenti mirati e non abbiamo previsto l’utilizzo di spogliatoi e docce.

Quale messaggio vuole mandare ai bambini che stanno per seguire questo sport?

Tornate e continuate a divertirvi praticando ciò che più vi appassiona

Raffaele Specchia

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore