/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 05 ottobre 2021, 19:12

Nardi: «A Busto i vincitori a livello partitico siamo noi di Fratelli d’Italia»

«Siamo l'unico partito in crescita - sottolinea il presidente del circolo cittadino -. Siamo passati dal 2 all’11,3 per cento, più del Pd. I veri vincitori a livello partitico siamo noi. Sia politicamente che numericamente»

Massimiliano Nardi

Massimiliano Nardi

Il giorno dopo la vittoria al primo turno di Emanuele Antonelli, il presidente del circolo cittadino di Fratelli d’Italia, Massimiliano Nardi, sottolinea il risultato del partito: «Il più grande risultato ottenuto dalla destra politica nella storia delle elezioni comunali a Busto», lo definisce in una nota.

Nardi precisa che Antonelli è un iscritto di Fratelli d’Italia («Onestamente sorrido quando qualcuno dimentica», ricorda) e dice la sua anche sulla lista civica, risultata la forza più votata e che, quindi, avrà più rappresentanti in Consiglio comunale: «I dati delle urne, senza lasciare adito a dubbi, ci dicono che la posizione assunta da Fdi nel fare un passo di lato e consentire la formazione della sua lista, che siamo stati gli unici a non discutere MAI, ha premiato tutto il centrodestra. Perché, senza l’exploit della lista Antonelli, forse non ci sarebbe stata vittoria al primo turno».

La nota si conclude con un ringraziamento «ad Emanuele e a tutto lo straordinario gruppo, compatto ed entusiasta, delle candidate e dei candidati di Fratelli d’Italia. Andremo in piazza nuovamente per ringraziare i cittadini, che possono contare su una granitica certezza: Fratelli d’Italia è sempre stata, è e sempre sarà al loro fianco».

Oltre al comunicato stampa, Nardi tiene a sottolineare che «Fratelli d’Italia è l’unico partito in crescita. I 5 Stelle sono spariti, il Pd ha perso voti, la Lega è calata, Forza Italia ha dimezzato i voti (ottenendo comunque un buon risultato di cui sono contento per la coalizione ma anche umanamente, pensando all’amico Orazio Tallarida). Noi, invece, siamo passati dal 2 all’11,3 per cento. Più del Pd. E, ribadisco, sulla lista civica avevamo ragione noi. Il passo di lato ci avrà fatto perdere qualche consenso, ma ci ha consentito di vincere al primo turno. La cabina di regia parte da Fratelli d’Italia, perché a noi interessava vincere la partita piuttosto che segnare il gol della bandiera».

Insomma, Nardi non vuole che il risultato del partito rischi di passare in secondo piano. Ecco quini la puntualizzazione «nel rispetto della coalizione e del lavoro di tutti». Ma senza rinunciare a rimarcare che «i veri vincitori a livello partitico siamo noi. Sia politicamente che numericamente».

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore