/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 05 ottobre 2021, 12:30

Patrizia Testa, la più votata nella lista del sindaco: «Dedicato a mio padre e al senatore Rossi»

La presidente della Pro Patria si ispira al ciclismo per commentare: «Lo sprint è di Antonelli, noi umili gregari abbiamo tirato la volata»

Patrizia Testa e il senatore Rossi

Patrizia Testa e il senatore Rossi

Se la lista civica del sindaco Antonelli a Busto ha battuto tutti, Patrizia Testa è stata capolista nel nome e nei voti: 309 le preferenze (questa mattina c'era ancora una sezione al vaglio). 

Già ieri sera, collegandosi con la nostra testata, aveva espresso la felicità a ciò che stava emergendo. Oggi spiega più apertamente: «A risultato certificato, come è mia abitudine, mi sento di parlare. Mi piacerebbe fare una dedica a due persone importanti nella mia vita. Mio padre e il senatore Rossi».

Quest'ultimo è stato un riferimento nella vita della presidente della Pro Patria, sempre a fianco nei momenti che contano e anche capace a più di novant'anni di spronare Busto Arsizio ad amare la squadra, pure con la sua presenza allo stadio Speroni.

Ma oggi Patrizia Testa era in un altro posto speciale: alla Tre Valli Varesine. Proprio da ciò trae spunto: «Il ciclismo è il mio secondo amore sportivo, in parallelo al calcio. Voglio usare questa similitudine. Sono stata un semplice gregario, agganciato ai componenti della lista: abbiamo tirato una volata al nostro sindaco. Lo sprint l'ha vinto lui, ma noi da umili gregari siamo stati a sua totale disposizione». E aggiunge: «A titolo personale, è una gratifica il riscontro elettorale. Significa che il mio operato in altri ambiti ha avuto la riconoscenza per la serietà, la moralità, l'onestà che lo caratterizzano».   

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore