Ieri... oggi, è già domani | 11 ottobre 2021, 06:00

"via Gluck" - ...non a Busto, ma a Milano

L'ho presa con melanconia. In fondo, quel "ragazzo" un po' mi rassomiglia.

"via Gluck" - ...non a Busto, ma a Milano

E' una vecchia canzone. L'ho sentita venerdì scorso, alla radio. "il ragazzo della via Gluck" che Adriano Celentano interpreta magistralmente. L'ho presa con melanconia. In fondo, quel "ragazzo" un po' mi rassomiglia. Una casa circondata dai prati, in fondo, un briciolo di bosco, tutt'attorno, campi arati e stoppie a brillare nell'inverno, per avvisare del raccolto avvenuto. Poi, "l'amico treno"; che ogni mattino "sbuffa" alla stessa maniera, carico di gente che va a lavorare e a studiare oltre la città.

Busto Arsizio era così: operaia e industriale, coi "cervelli" prestati all'industria e alla mano d'opera specializzata, da "vendere" all'impresa che ha sempre avuto bisogno dell'iniziativa. Il profumo dell'erba in via Gluck è simile al profumo dell'erba intorno a casa. C'è il profumo del lavoro nelle ossa e la fatica, la si spende adagio, senza far rumore, dentro occhi duri e solchi sul viso, per segnare l'età, percorsa dalla vita, conquistata e mai rincorsa a basso prezzo.

I campi intorno al verde, ospitavano i ragazzi con le toppe sui vestiti e i riccioli ribelli che non si scomponevano, manco a trucidarli. Mostravano l'esuberanza, la voglia di crescere, dialogo tra sogni e desiderio di evadere. "Là dove cresce l'erba, ora c'è una città" coi suoi palazzi imponenti e il lusso a cospargere la fatica, densa di sacrifici e mai di ostentazione.

Non più abiti sdrucidi e freddo ad attanagliare le ossa. Il camino in casa è spazzato via. Al maglione ha fatto seguito un pullover a coprire la camicia e tanta nostalgia a ricordare quel che eravamo e dove ci troviamo adesso.

"Quel ragazzo, ne ha fatto di strada", magari cogli occhi aguzzi (e acuminati) di chi, la strada l'ha solo percorsa e l'ha interrotta per avere sofferto poco o ingegnato male. E si trova a dire "in fondo, il destino ha voluto così". Eppure, siamo a difendere l'oggi per sapere come saremo domani. Non si scappa. Quanto asfalto in giro "quanta polvere dentro i sandali" e la via Gluck spazzata via, come i prati a Busto Arsizio e i boschi che le fanno da cornice.

E' c'è Paolo Conte col suo "Bartali" e "coi francesi che s'incazzano" e noi, ora, a tollerare di essere primi dappertutto, quando nessuno avrebbe speso la fiducia per conoscere gli italiani. Con "il ragazzo della via Gluck" si va dritti a pensare che "sono un italiano..un italiano vero" di Toto Cutugno e anche per chi non ci crede si vada a vedere ...Bartali, in ritardo 24 minuti dalla "maglia gialla" del Tour 1949 che va a vincere la "grande boucle" infliggendo più di mezzora a chi era in testa.

Non sono "miracoli" quelli che succedono ....sono "roba di italiani": di chi ci crede e di chi ci mette la voglia di sognare e di credere nella buona volontà. L'overdose di successi dell'Italia di questo 2021 va oltre la speranza: il Tricolore diventa simbolo di volontà. Nei successi che vanno dritti al cuore, c'è il Premio di chi ci mette passione, cuore e volontà. Fra essi, ci metto il mio "ul Giusepèn", il libro edito dalla GMC Editore che a fronte di 4000 Bustocchi su un totale di oltre 84.000 residenti, in dieci giorni ha superato quota 1000 (mille) copie vendute.

Si, ma tu, la copia di "ul Giusepèn", ce l'hai? ....noooh? di Busto, allora, conosci poco. Presso la Libreria Boragno via Milano 4 Busto Arsizio, puoi acquistarla (presso di copertina Eur17.00 - oppure puoi effettuare un bonifico di Euro 15.00 - IBAN - IT 63 J 05216 22800 000 000 000 333 intestato alla GMC Editore indicando indirizzo completo di dove recapitare il libro "ul Giusepèn" e attraverso la Posta, il libro ti verrà recapitato a casa.

Gianluigi Marcora

Leggi tutte le notizie di IERI... OGGI, È GIÀ DOMANI ›

Leggi anche

venerdì 22 ottobre
martedì 19 ottobre
sabato 16 ottobre
mercoledì 13 ottobre
venerdì 08 ottobre
martedì 05 ottobre
domenica 03 ottobre
giovedì 30 settembre
utubàr - ottobre
(h. 06:00)
domenica 26 settembre
giovedì 23 settembre
"gròzia" - grazie!
(h. 06:00)
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore