/ Economia

Economia | 13 ottobre 2021, 10:53

Da Intesa Sanpaolo 5 milioni di euro per la crescita sostenibile dell'impresa tessile Candiani

L'azienda che ha sede a Robecchetto Induno nell'Alto Milanese, ha ottenuto il finanziamento dall'istituto bancario che supporterà nuovi investimenti in progetti di impatto sociale e ambientale

Tito Nocentini

Tito Nocentini

Intesa Sanpaolo e Candiani Spa hanno finalizzato un’operazione di finanziamento rivolta alla crescita sostenibile della storica azienda di Robecchetto Induno, nell'Alto Milanese, dedita alla produzione di tessuto denim e che fornisce i più prestigiosi marchi di abbigliamento.

L’intervento rientra nel piano più ampio per dare supporto agli investimenti legati al PNNR. Il finanziamento S-Loan di Intesa Sanpaolo, pari a 5 milioni di euro e della durata di 60 mesi, è destinato al piano di sviluppo dell’azienda che prevede, fra gli altri, alcuni obiettivi di miglioramento ESG (Environmental, Social, Governance) tra cui l’introduzione di programmi di promozione della cultura della sostenibilità destinati a clienti e fornitori e di programmi di formazione dedicati a tutti i lavoratori finalizzati a promuovere buone pratiche di sostenibilità negli ambienti lavorativi e nella vita privata. 

Questi valori hanno trovato piena condivisione nella soluzione proposta da Intesa Sanpaolo attraverso il finanziamento S-Loan, che prevede il monitoraggio degli obiettivi rilevati nell’ambito della nota integrativa del bilancio della società. Il primo gruppo bancario italiano ritiene fondamentale promuovere lo sviluppo di una economia sostenibile, favorendolo in particolare nelle PMI e riconoscendo la rilevanza degli investimenti nei tre criteri guida, denominati ESG.

Grazie al finanziamento a medio-lungo termine S-Loan di Intesa Sanpaolo, le imprese possono contare su supporto finanziario per interventi verso una maggiore sostenibilità sotto il profilo ambientale, sociale e governance di impresa e su uno sconto sul costo del finanziamento al fine di premiare i risultati conseguiti.  Il Gruppo Intesa Sanpaolo, tra le banche più sostenibili d’Europa, è presente nei principali indici di sostenibilità al mondo oltre ad essere tra i pochi gruppi finanziari europei ad avere aderito a tutte le principali iniziative delle Nazioni Unite riguardanti il settore finanziario in questo ambito.

L’attenzione all’ambiente e all’inclusione sociale rappresentano aspetti di grande rilievo per una crescita sostenibile del Paese. Di recente, oltre ad aver adottato regole per la riduzione dei finanziamenti nei settori carbone e oil e gas non convenzionale, ha avviato la nuova linea di S-Loan Climate Change, finanziamenti unici nel panorama bancario italiano e con garanzia SACE all’80%, grazie alla quale la Banca fornirà alle imprese un nuovo strumento per finanziare progetti di investimento green fino ad un importo di 15 milioni di euro e per una durata massima di 20 anni.

Inquadrato nel Programma strategico Motore Italia volto a supportare le PMI virtuose a conseguire obiettivi ESG, S-Loan Climate Change va ad ampliare la famiglia degli S-Loan (già operativi con S-Loan Diversity e S-Loan ESG), la linea specifica di finanziamenti creata nel 2020  per supportare, con un plafond di 2 miliardi di euro, le iniziative delle imprese verso la transizione sostenibile con un meccanismo di premialità al raggiungimento di specifici obiettivi di sostenibilità ad ampio spettro. 

Da qui al 2026, inoltre, Intesa Sanpaolo programma erogazioni a medio lungo termine per oltre 410 miliardi di euro, di cui 120 destinati alle PMI, con i quali contribuire attivamente alla ripresa economica del Paese in stretta correlazione con gli obiettivi del PNRR approvato dalla Commissione Europea. 

«In un mondo dove le risorse stanno diminuendo e c’è un eccesso ingestibile di capi di abbigliamento da smaltire, é un dovere di tutti guardare ad un consumo e ad una produzione sostenibili, con una massima attenzione a risorse rinnovabili, materiali biodegradabili e compostabili – dichiara Alberto Candiani, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Candiani Spa - Il mondo del Denim dev’essere in prima linea in questa rivoluzione, e siamo davvero entusiasti di poter collaborare con Intesa Sanpaolo e poter condividere la nostra innovazione e i nostri valori con il resto della fashion industry».

«Siamo da sempre fortemente impegnati a sostenere le PMI del territorio in uno sviluppo sostenibile e oggi ancora di più, accompagnandole nella necessaria transizione verso l’economia green, in linea con i pilastri del PNRR: abbiamo infatti già erogato in Lombardia 500 milioni di euro in finanziamenti per progetti di economia circolare e in S-Loan a favore di PMI che, come Candiani Spa, sempre più si orientano verso la riduzione dell’impatto ambientale e il miglioramento in ambito sociale e di governance - sottolinea Tito Nocentini, direttore regionale Lombardia Nord Intesa Sanpaolo – Diventa sempre più una necessità per ogni impresa saper programmare una crescita sostenibile capace di generare quell’aumento di competitività ed efficienza indispensabili per crescere  sul mercato e allo stesso tempo concorrere alla creazione di un valore e di un beneficio collettivo».

 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore