/ Valle Olona

Valle Olona | 21 ottobre 2021, 09:44

Olgiate, torna a splendere la Sala De Capitani di Villa Gonzaga

I lavori sono ancora da ultimare ma, grazie agli ultimi interventi di restauro, sono stati recuperati il bellissimo soffitto a cassettoni e il prezioso camino nobiliare, sul quale è possibile vedere lo stemma dedicato all’imprenditore che fu trai i fondatori dell’Opai

Olgiate, torna a splendere la Sala De Capitani di Villa Gonzaga

In occasione della Sagra d’Autunno, Villa Gonzaga ha aperto nuovamente le sue porte agli olgiatesi che hanno potuto osservare anche alcune nuove opere di restauro in spazi sino ad ora non accessibili al pubblico.

Si tratta della Sala De Capitani, che prende il nome dal benefattore Carlo De Capitani, e dello spazio adiacente, attiguo anche all’orami famosissima Sala Alba, in cui è possibile ammirare i celebri affreschi che Antonio Rubino realizzò appositamente per l’Opai.

«La Sala De Capitani – spiega il vicesindaco Paolo Maccabei – è forse lo spazio più rappresentativo di Villa Gonzaga, all’interno del quale si riuniva il consiglio dell’Opai.
Questa sala è in fase di restauro e i lavori sono quasi ultimati, mancano solo dei particolari sui quali si deve ancora intervenire per restituirle appieno il suo antico splendore».

Grazie agli ultimi interventi di restauro, infatti, sono stati recuperati il bellissimo soffitto a cassettoni e il prezioso camino nobiliare, sul quale è possibile vedere lo stemma dedicato all’imprenditore che fu trai i fondatori dell’Opai, che sino a pochi mesi fa era completamente ricoperta di vernice.

Il suo interesse nell’Opera di prevenzione antitubercolare infantile olgiatese, però, non si esaurì nella sua fondazione: nel corso degli anni successivi fece parte del suo consiglio direttivo e effettuò numerose donazioni, tra cui spicca sicuramente quella dei mobili che arredavano la sala a lui dedicata che oggi possono ancora essere ammirati all’interno della sala giunta del comune di Olgiate.

«Siamo arrivati ad un punto importante dei lavori di restauro della Villa – prosegue il vice sindaco – ad oggi si sta lavorando sulla parte “nobile”, e tra poco inizieremo ad intervenire su altre aree estremamente importanti dell’edificio, restituendo loro nuova vita così come abbiamo fatto con queste sale».

Sala dopo sala, dunque, la parte dismessa di Villa Gonzaga pare essere finalmente destinata a recuperare nei prossimi anni il suo antico splendore, tornando ad essere finalmente a pieno titolo uno dei luoghi simbolo di Olgiate Olona.

«Ci auguriamo – conclude il vicesindaco Maccabei – che molto presto anche queste sale possano tornare ad essere utilizzate e vissute dagli abitanti di Olgiate e da tutti coloro che vorranno visitarla per ammirare la sua bellezza».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore