Opinioni - 25 ottobre 2021, 06:50

L'OPINIONE. La carica dei seicento (e uno) allo Speroni

Segnali di speranza sul fronte degli spettatori per un gruppo che si conferma in crescita. L'orgogliosa analisi di Brignoli: «Ognuno di noi dà il massimo in ogni ruolo, dai piccoli tifosi una spinta»

Tommaso Brignoli in sala stampa

Tommaso Brignoli in sala stampa

Seicento spettatori allo stadio Speroni, e quelli che si facevano più notare erano il futuro, ovvero i bambini (LEGGI QUI). Piccoli segnali crescono sul fronte pubblico. Grazie al grande lavoro svolto dalla Pro Patria e dall'associazione Tigrotto 1919. Ai 600 vanno aggiunti gli abbonamenti, per cui si stanno aggiornando i conteggi.

Ma c'è un'altra cifra che si ritaglia il suo spazio centralissimo, allo stadio: uno. La somma dà questo risultato e lo si legge dentro e fuori il campo.

Tommaso Brignoli, inserito nel rush finale contro la Pro Vercelli e fiammeggiante nel penultimo match contro il Legnago, è giustamente reclutato in sala stampa a commentare questa domenica. Nonostante i problemi fisici dell'avvio di campionato, Brignoli ha reagito, ha lavorato tenacemente ed è sceso in campo con tutta la sua determinazione a essere utile per la squadra.

Flessibile come gli altri tigrotti: «Siamo un gruppo in cui ognuno dà il massimo in ogni ruolo».

Ci sono i 600 spettatori, ragazzini in testa, e c'è quell'"uno", la squadra di Luca Prina che è stata compatta nei momenti più delicati e ora in quelli di speranza: sotto con il quinto risultato utile consecutivo.

Anzi, alla fine c'è un solo grande "uno", perché si fonde quel bellissimo pubblico con i giocatori biancoblù: semplicemente, perché ciascuno ha dato il massimo nel ruolo che gli è stato affidato. E quei piccoli tifosi - assicura Brignoli - hanno fornito una (grande, aggiungiamo) spinta.

Marilena Lualdi


Vuoi rimanere informato sulla Pro Patria e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 347 2914992
- inviare un messaggio con il testo PRO PATRIA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PRO PATRIA sempre al numero 0039 347 2914992.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU