Volley - 28 ottobre 2021, 20:40

Michele Forte: «Futura Volley, avvio più che soddisfacente. Un'alchimia buona con i nuovi acquisti»

«C'è grande disponibilità delle atlete a ricoprire anche ruoli non loro. Le avversarie? I nomi sono come le figurine: devono diventare squadre»

Michele Forte  (foto Futura Volley Giovani)

Michele Forte (foto Futura Volley Giovani)

Dopo le prime tre partite di campionato, la Futura Volley può iniziare a farsi un’idea del suo andamento ma anche di quello delle avversarie. Michele Forte, cuore pulsante della Futura Volley, ha fatto un primo punto. 

Come vede la sua squadra in questo momento visto che il campionato ormai è iniziato e si può fare qualche valutazione in più?

Purtroppo, la valutazione è un po’ condizionata dagli episodi, perché già al primo minuto del primo giorno abbiamo avuto un infortunio a uno dei giocatori di punta. Devo dire che onestamente pur subendo questo infortunio, abbiamo ottenuto dei buoni risultati. Portare a casa un punto con il Millenium Brescia che è una squadra corazzata, senza il nostro giocatore di punta. Poi una partita purtroppo non bella, ma la cosa importante era portare a casa i tre punti e l’abbiamo fatto. Sicuramente fatte queste valutazioni possiamo considerare più che soddisfacente l’inizio.

A proposito di Giulia Angelina, che è un nuovo innesto, che cosa pensa degli acquisti di quest’estate?

Si è creata un’alchimia buona, lavorano tantissimo, non creano nessun problema. La cosa che mi ha lasciato veramente impressionato positivamente è la grande disponibilità delle atlete a ricoprire delle volte dei ruoli non loro per via di questo infortunio, ma per il bene della squadra alcune giocatrici alle interviste hanno detto “io giocherei anche da un’altra parte, l’importante è il bene della società, spero non me lo chiedano però sono a disposizione.” Non tutti fanno così.

Un suo giudizio sulle squadre rivali di questo campionato?

Non le ho ancora viste tutte, posso dire Brescia e Macerata nel nostro girone. Però anche l’Altino Volley, che ci ha fatto soffrire in casa anche se abbiamo vinto 3-0, le atlete erano determinate: forse la voglia di fare le ha caricate e noi magari in condizioni così, un po’ stanche, abbiamo fatto fatica, però l’esperienza delle nostre ha poi prevalso sull’ingenuità delle altre. 

A proposito del Millenium Brescia, prima che iniziasse il campionato era stato etichettato come la vostra grande rivale, secondo lei è così dopo la partita? 

Penso proprio di sì. Fisicamente, poi per esperienza, i nomi dei giocatori che sono dentro. Poi si pensa sempre che ci sia anche una squadra rivelazione del campionato, quella che può impensierire tutte le altre: succede ogni volta. Parliamoci chiaro, sono queste le squadre, poi i nomi sono come le figurine: devono diventare squadre e devono giocare da tale, con i singoli non puoi vincere.

Ci sono stati rafforzamenti anche nello staff tecnico.

Si abbiamo fatto un notevole investimento anche nello staff tecnico prendendo ragazzi con tanta volontà e tanta capacità, che non è facile. Ci stiamo strutturando per cercare di arrivare a dei risultati anche ambiziosi, se le possibilità ci saranno, questa è la cosa più importante, perché a fare il salto nel buio rischi solo di farti tanto male. Abbiamo fatto dei passi, stiamo creando, stiamo già lavorando per l’anno prossimo dal punto di vista dello sviluppo della società e abbiamo delle buone aspettative.

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU