Legnano - 09 novembre 2021, 15:39

Solarium, si illumina il recupero. Intanto via l'amianto

La giunta di Legnano approva il progetto di fattibilità tecnica ed economica per gli interventi di conservazione, restauro e riqualificazione all’interno del parco ex Ila

Il municipio di Legnano

Il municipio di Legnano

Solarium, si illumina il recupero a Legnano.

La giunta comunale, su proposta dell’assessore alle Opere pubbliche Marco Bianchi, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per gli interventi di conservazione, restauro e riqualificazione dei solarium all’interno del parco ex Ila. I lavori sui solarium, inseriti nel Triennale delle Opere pubbliche adottato qualche settimana fa dalla giunta, sono previsti per il 2022 e rientrano nel programma degli interventi del Progetto regionale di strategie di sviluppo urbano sostenibile “La scuola si fa città”. La spesa complessiva prevista è  di 600mila euro.  

Per la metà del mese di novembre cominceranno, invece, i lavori di rimozione delle formelle in amianto, e di catalogazione, pulizia e messa in sicurezza della struttura propedeutici al recupero. Questi interventi  - spiega il Comune - includeranno il puntellamento della struttura in modo da potervi posare teloni che facciano da copertura provvisoria in vista del recupero stesso.

«Per ottimizzare le risorse e tutelare più efficacemente il bene è opportuno che la messa in sicurezza dei solarium sia velocemente seguita dai lavori di recupero dei solarium – afferma l’assessore Bianchi. Il parco ex Ila è interessato da diversi interventi del progetto “La scuola si fa città”, come le riqualificazioni del patrimonio arboreo, delle recinzioni e dei percorsi storici, oltre che da attività immateriali che permetteranno di far vivere il parco. Per questo il recupero dei solarium è fondamentale, in chiave di sicurezza e frubilità, per valorizzare l’area. Recuperarli è il primo passo verso la loro rifunzionalizzazione, che sarà valutata a seguito di una fase di progettazione partecipata. A tal proposito l’amministrazione desidera esprimere il proprio grazie a chi, con passione, segue da anni la situazione dell’ex Ila, in particolare le associazioni che vi hanno sede e il consigliere comunale del Movimento dei cittadini Franco Brumana. Per noi governare con la comunità significa questo: misurarci sui contenuti ed entrare nel merito delle questioni di interesse per la nostra città. E il parco del Sanatorio Regina Elena - conclude Bianchi - luogo identitario di Legnano che ha catturato una grande attenzione dopo la sua riapertura al pubblico, è e continuerà a essere uno di quei temi in cui il confronto contribuirà alla sua piena valorizzazione». 

L’intervento di recupero mira a restituire ai due manufatti l’integrità, recuperarne la staticità, la composizione materiale e il loro valore storico architettonico e di memoria. Il nuovo progetto, nella sua versione esecutiva, dovrà tenere in considerazione gli esiti della campagna di analisi e delle operazioni di smontaggio, selezione e catalogazione degli elementi lignei recuperati. Gli interventi riguardano un complesso vincolato, per cui dovranno essere preventivamente sottoposti ad autorizzazione della Soprintendenza e a parere dell’associazione Re.Gi.S (Rete giardini storici).   

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU